Home / Affari di Palazzo (pagina 250)

Affari di Palazzo

«L’Italia è un paese incostituzionale»

“Art.1: la sovranità appartiene non al popolo, ma esclusivamente ai banchieri.”Purtroppo, la Suprema corte punta il dito sulla legge elettorale, quando dovrebbe occuparsi di tutti gli articoli (e sono tanti) dove la “carta” approvata dall’assemblea costituente nel dicembre 1947, non viene rispettata. Dal momento che viene detto e ripetuto che …

Leggi tutto »

Berlusconi pronto a dare battaglia sul presidenzialismo

Il Cavaliere lo aveva già detto in passato e lo ribadisce ora: allo stato attuale, in un contesto istituzionale come il nostro, caratterizzato da una Repubblica Parlamentare, i governi e in primis i Presidenti del Consiglio si ritrovano spesso ad avere le mani legate e nell’impossibilità di raggiungere realmente gli obiettivi …

Leggi tutto »

Bonus bebè…questo sconosciuto

Lo Stato ti paga la baby-sitter o in alternativa l’asilo nido. Ma tu, mamma, non lo sai.Con la riforma del lavoro del 2012, l’allora ministro Elsa Fornero, stanzió 20 milioni di euro per finanziare il cosidetto “bonus bebé“. Un sostegno economico a tutte le mamme lavoratrici che decidevano di rinunciare …

Leggi tutto »

Gli effetti collaterali del Maalox

A forza di impasticcarsi per il mal di stomaco Grillo e Casaleggio hanno perso la testa: adesso vogliono addirittura trattare con Renzi per la nuova legge elettorale che hanno varato tramite Web .Tra ladri, comici e buffoni d’ogni tipo, naturalmente c’è posto anche per loro in questa pseudo democrazia che …

Leggi tutto »

Il Pd sotto i PM

Piovono avvisi di garanzia sui democrats che hanno intascato mazzette. D’altronde il MOSE era stato ideato per fermare l’acqua alta a Venezia, non certo il fiume sotterraneo del denaro che sfociava nelle tasche della cricca dalle mani in pasta e dalle lunghe braccia che arrivavano ovunque. Chissà cosa ancora nasconde questa digha mobile …

Leggi tutto »

«Che noia che barba, che barba che noia»

ROMA – La  pletora politica di buoni a nulla che se la canta e se la suona con le riforme costituzionali e la nuova legge elettorale sta passando il segno. La società frattanto, quasi alla fame, invoca posti di lavoro e l’adeguamento al reale costo della vita degli stipendi e …

Leggi tutto »