Home / Affari di Palazzo / Politica interna (pagina 3)

Politica interna

“Mussolini”, una poltrona per un cognome

Una cosa mi ha colpito di Tizio, Caio, Sempronio o Mevio (non ricordo) Mussolini. Il signore di origine argentina, due lauree e una vita da manager turbocapitalista – vive a Dubai – per carità, sta scoprendo l’Italia, anche quella edificata dal bisnonno. E nel far ciò decide di sfruttare il …

Leggi tutto »

Netanyahu ha vinto, possiamo chiamarlo fascismo israeliano?

di Elvis Zoppolato “Hitler non voleva sterminare gli ebrei, ma solo espellerli” con queste parole Netanyahu apriva il trentasettesimo Congresso sionista mondiale a Gerusalemme. Secondo la sua personale interpretazione della storia, sarebbe stato il gran muftì (un’importante autorità religiosa islamica) di Gerusalemme, Haj Amin al Husseini, a suggerirgli di uccidere …

Leggi tutto »

L’idea – non smentita – del Colle: Mario Draghi Senatore a vita

Secondo indiscrezioni, risprese, da più testate, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella avrebbe intenzione di nominare un ennesimo senatore a vita: Mario Draghi. ‘ attuale presidente dell’istituzione ‘indipendente’ in seno all’UE denominata Banca Centrale Europea Mario Draghi, infatti, potrebbe essere investito di tale onore. Ed ecco che rimbalza la vecchia …

Leggi tutto »

Papa Francesco nega l’esistenza della mafia nigeriana?

L’ultimo discorso pronunciato da Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco) di fronte alla platea degli studenti dell’Istituto San Carlo di Milano contiene la summa esasperata di un pensiero progressista avulso dalla realtà e dalla storia. Difficile elencare tutte le curiose ed affascinanti rivisitazioni storiche fatte da papa Francesco durante quest’occasione. Sono …

Leggi tutto »

L’Espresso “confonde” suprematismo con sovranismo. Ed è gravissimo

Che uno dei periodici del secondo gruppo editoriale italiano si esprima senza mezzi termini ingenerando una assimilazione tra sovranismo e suprematismo (bianco) è qualcosa che, prima di eventuali profili di illegalità, serba un errore concettuale, una misconcezione (volendo piegarsi agli anglicismi tanto in voga) tanto azzardata quanto pericolosa. L’articolo, a …

Leggi tutto »

Legittima difesa e complicità della magistratura

Le nostre perplessità sulla riforma della legittima difesa non sono mai mancate, specialmente per il timore che potesse rivelarsi l’inevitabile preambolo di una pericolosissima liberalizzazione delle armi di stampo americano. Ciò detto, i commenti visti negli ultimi giorni sono stati mediamente molto superficiali, finendo per commettere l’errore perpetuato dai magistrati …

Leggi tutto »