Home / Affari di Palazzo (pagina 246)

Affari di Palazzo

Abu Bakr al-Baghdadi: una minaccia da non sottovalutare

    “Conquisteremo Roma e l’America la pagherà cara!” Queste in sintesi le minacce che il nuovo Califfo dell‘Isis (Islamic State of Irak and Syria) al Baghdadi ha fatto l’1 e il 3 luglio scorsi parlando pubblicamente dalla moschea di Mosul. Il suo è stato un appello alla mobilitazione generale di …

Leggi tutto »

Errani, l’ennesimo “innocente”

Innocenza urlata, innocenza sbandierata, innocenza stampata: fiumi d’inchiostro, un coacervo di menti, un’accozzaglia di penne che si adoperano insieme per fare apparire una persona innocente: un condannato in secondo grado pienamente innocente, salvo il ragionevole dubbio. Il dubbio che niente può spazzare, nemmeno, ad un certo punto, un’assoluzione. C’è poi …

Leggi tutto »

Questione di inchino

Ci siamo inchinati, come popolo, davanti ad ogni sorta di politico corrotto. Si inchinò la Costa Concordia per volere del Comandante Schettino. Da ieri l’altro si fa inchinare anche la Madonna dinanzi alla casa di un boss (all’ergastolo) della ‘Ndrangheta. A questo punto, forse, non è poi così tanto disonorevole …

Leggi tutto »

I frutti della Primavera araba maturano d’estate

I migranti galleggiano in mare su barconi fatiscenti ed a volte annegano, oppure (come successo recentemente) muoiono asfissiati nella stiva di un peschereccio, stipati come acciughe. Coloro che dovrebbero sentire sulla coscienza il peso di questi morti non ce l’hanno la coscienza. Per denaro e potere, ma soprattutto per imposessarsi …

Leggi tutto »

L’asfissiante ingerenza europea

Se siamo schiavi di questa struttura “inventata” a tavolino, che si arroga il potere di dettare legge in tutti i campi a casa nostra (con tutto quello che ne deriva), la colpa non è solo di coloro che l’hanno progettata a nostra insaputa, ma della nostra classe dirigente che la …

Leggi tutto »

Renzi non è Mandrake

Tante belle parole fra bandiere multicolori, ma di concreto niente. Il nostro premier, elogiato per l’ottimismo, il dinamismo e l’energia, ritorna a casa a mani vuote, senza quella “flessibilità” che credeva ottenere. Benché abbia ricordato la capogruppo bavarese del PPE Weber che alla Germania, per crescere, venne concesso di violare …

Leggi tutto »

Tutto falso, tutto finto

L’Europa che i burocrati hanno costruito (fin nei minimi dettagli) per compiacere i banchieri internazionali, primo e più importante anello della catena del super potere del denaro, ha istituzioni di cartapesta che entrano una dentro l’altra per confondere le idee e rendere credibile ciò che non lo è. Poltrone, cariche, …

Leggi tutto »