Home / Altre rubriche / High Tech / Zuckerberg segna il territorio su Whatsapp: ecco cosa cambia per gli utenti

Zuckerberg segna il territorio su Whatsapp: ecco cosa cambia per gli utenti

Negli ultimi giorni, WhatsApp sta incorporando all’interno dell’applicazione la frase “from Facebook” all’interno del menù delle impostazioni. L’azienda di Mark Zuckerberg ha deciso di marchiare il territorio e di mettere il proprio nome dentro l’app di messaggistica più famosa al mondo.

di Giada Cassibba

Per chi ancora non lo sapesse, WhatsApp, dopo Instagram, è stato acquistato dal fondatore di Facebook, negli ultimi sette anni, per una cifra che supera i 15 miliardi di dollari.

Alcuni sondaggi hanno riportato che tantissimi utenti, soprattutto negli USA, non sono a conoscenza del fatto che l’azienda abbia acquistato WhatsApp. La scelta di mettere “from Facebook” è proprio per fare sapere a tutto il mondo che WhatsApp appartiene a Facebook, una questione per lo più di marketing. Difatti, lo stesso trattamento è stato dato ad Instagram dove è stata aggiunta la scritta “Instagram from Facebook” sempre per lo stesso motivo di WhatsApp.

Ma cosa cambia per gli utenti?

Cambierà nome l’app di messaggistica? Su Facebook verranno condivisi i nostri dati personali? Ovviamente no. Non passerà nessun dato tra WhatsApp e Facebook e gli utenti non vedranno nuove funzionalità, l’unico scopo dell’aggiunta di questa scritta è per sottolineare che l’applicazione appartiene al social di Zuckerberg, per informare l’utente.

Ma nei prossimi anni Instagram e WhatsApp potrebbero cambiare? Zuckerberg, durante F8 (evento annuale di Facebook dedicato agli sviluppatori del social) ha parlato di unificare WhatsApp con la parte di messaggistica di Facebook (Messenger) ed Instagram (Direct), ora sta dando il via ai primi test per attuare l’aggregazione delle tre applicazioni in modo funzionale.

Il progetto di Zuckerberg

non è ancora molto chiaro ma si pensa che WhatsApp, Instagram e Facebook continueranno ad essere autonome poiché il suo obiettivo è quello di rendere molto più semplice la condivisione di contenuti con i propri contatti e amici senza il bisogno di copiare il link dei video o fare screenshots, senza dovere cambiare ogni volta l’applicazione e non quello di avere un’app unica. Questo progetto potrebbe concretizzarsi tra il 2021 e 2022 ma non ci è ancora stato dato un periodo certo, è tutto ancora in fase di sviluppo.

L’unificazione delle piattaforme potrebbe facilitare molto le azioni che gli utenti fanno per condividere dei contenuti tra le diverse applicazioni, rendendo il tutto molto più facile e intuitivo.

 

Leggi anche:

Facebook cambia logo: ecco come distinguere il social dall’azienda

Cerca ancora

Coronavirus, disinfettanti e mascherine a prezzi assurdi su Amazon

Dall’esplosione dell’epidemia di coronavirus nel nord Italia, i venditori dei siti e-commerce, soprattutto su Amazon, …