Home / L'Elzeviro / Scoprire la rievocazione storica

Scoprire la rievocazione storica

Condividi quest'articolo su -->

Esiste una branca culturale che palesa nella concretezza la conoscenza, attraverso la sua rievocazione. Si tratta di quel mondo costituito dalla rappresentazione di antiche battaglie, ma anche dalla ricostruzione di stili di vita antichi, nei quali anche si possono ravvisare le origini pre romane delle civiltà italiche.

La Gallia cisalpina, suddivisa in cispadana e transpadana dal solco del fiume Po, infatti, prima di essere annessa a Roma con la concessione della cittadinanza operata da Caio Giulio Cesare, viveva di costumi propri, affossati dalla dominazione, mai più sopita nei secoli, dell’Urbe.

Recuperare le virtù, ma anche le concretezze della vita famigliare ed i costumi dell’epoca celtica, è una missione divertente ed al contempo coinvolgente, e se ne prendono carico persone disinteressate e che vogliono divertirsi facendo cultura. Così l’associazione culturale, apolitica e aconfessionale Terra taurina propone pubblicazioni, serate d’approfondimento e manifestazioni di rievocazione storica al fine, lodevole e per niente facile, di salvaguardare e divulgare il patrimonio storico, archeologico, linguistico, tradizionale e artistico del territorio piemontese, ligure e valdostano ricercando quei legami con le radici più antiche e i valori più profondi del territorio.

Non è un caso che l’associazione nasca in quel di Torino, abitata duemiladuecento anni or sono dalla tribù celtica dei Taurini, quegli orgogliosi che si opposero strenuamente, per tre giorni di gloria, ad Annibale ed al suo grande esercito che aveva attraversato l’Europa per piegare Roma.

Nel 218 a.c. i Taurini, sparute centinaia di uomini, si opposero per tre giorni all’esercito punico, che era il migliore del mondo e contava oltre 50 mila uomini. Furono tre giorni che sono giunti fino a noi con mistero. Certo è che i Taurini avevano sete di indipendenza e non volevano essere soggiogati né dai romani, né dai cartaginesi. Erano semplici e duri celti, da studiare e rievocare, perché molto ancora è da scoprire su questa popolazione, come sulle altre popolazioni galliche.

In foto: monumento alla tribù celtica dei Taurini. Superga, Torino.

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

“Aiutiamoli a casa loro” è uno slogan ipocrita

“Proprio sul filo della frontiera il commissario ci fa fermare. Su quella barca troppo piena …