Home / In Fuorigioco / Il diavolo ora ci mette pure il coperchio

Il diavolo ora ci mette pure il coperchio

AC Milan's French goalkeeper Mike Maignan (L) grabs the ball during the Italian Serie A football match between AC Milan and Empoli on March 12, 2022 at the San Siro stadium in Milan. (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Condividi quest'articolo su -->

COMMENTO AL CAMPIONATO

Il Milan vince di misura in casa con l’Empoli e stacca i cugini dell’Inter, fermati sul pari dal Toro, a meno quattro.

Il Napoli vince in casa del Verona e rimane a meno tre dalla capolista. Juve tutto facile a Genova contro la Samp. La Lazio agguanta il quinto posto vincendo non senza difficoltà con il Venezia.

Atalanta ancora un passo falso in casa con il Genoa che strappa un punto in trasferta. Roma graziata dall’arbitro contro l’Udinese. La Fiorentina vince il derby dell’Appennino con il Bologna e si porta a meno due dalla zona Europa. Sassuolo e Salernitana pari con i botti.  per lo Spezia una vittoria scaccia incubo contro il Cagliari. 

Il Milan consolida la sua posizione in classifica vincendo senza convincere contro l’Empoli.

Ma il discorso potrebbe essere esteso anche alle altre sette sorelle del campionato: ormai le vittorie facili sulle varie presunte squadre materasso del campionato sembrano solo un pallido ricordo. All’improvviso pare che la differenza di valori in campo si sia sorprendentemente annullata. Basta però vedere la classifica per rendersi conto che forse è solo frutto di una momentaneo calo di forma stagionale unitamente alla voglia delle più deboli di difendere con i denti e con le unghie la loro permanenza nella massima serie.

Ecco spiegato anche il pari dell’Inter in casa del Toro nonostante i book makers avessero dato ampi margini di vantaggio alla compagine nerazzurra.

L’unico risultato che forse non sorprende più di tanto è quello del Napoli che va a fare il suo a Verona anche se, va detto, non si è trattata di una semplice passeggiata salutare sotto il balcone della bella Giulietta.

Il Verona infatti, dopo il temporaneo doppio vantaggio dei partenopei, riesce ad accorciare le misure grazie alla rete di faraoni al 77° e a far passare un brutto quarto d’ora finale ai tifosi azzurri nonostante la doppia espulsione di Ceccherini e dello stesso Faraoni nel finale convulso di partita.

Dietro, la Juve, grazie alla doppietta di Morata e al solito aiutino del rigore, riesce facilmente ad espugnare il campo di una Samp sempre più a picco.

La Lazio, con una partita non certo da incorniciare soprattutto per la mancanza di freddezza sotto porta, vince grazie ad un rigore sacrosanto nella giornata del ricordo del capitano Pino Wilson improvvisamente mancato otto giorni fa, ricordato con una targa ma anche con il lutto al braccio della squadra biancoceleste e con la fascia da capitano rossa sul braccio di Immobile nel giorno in cui l’attaccante campano diventa il bomber più prolifico della storia della Lazio.

Chissà che un aiutino dal cielo non gli sia venuto proprio dallo storico capitano della Lazio di Maestrelli e di Chinaglia.

La Roma viene salvata nel finale dall’arbitro e agguanta un punticino insperato che le servirà per affrontare domenica i cugini con un minimo di motivazione in più.

L’Atalanta perde ancora colpi e questa volta lo fa quando meno te lo aspetti contro un Genoa battagliero che strappa un punto d’oro nella roccaforte dell’Atleti d’Italia. Per la Fiorentina tre punti contro il Bologna che hanno il sapore dell’Europa.

Pari con quattro botti tra una Salernitana che, nonostante una classifica impietosa, continua a combattere per salvarsi ed un Sassuolo che forse ha ormai capito di non avere più grandi obiettivi stagionali da raggiungere. Grande vittoria dello Spezia contro il Cagliari che consente ai liguri di tenere a meno sette la zona pericolosa del campionato.

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Il salto del Diavolo

COMMENTO AL CAMPIONATO Il Milan vince di misura a San Siro contro la Samp e …