Home / Affari di Palazzo / Politica interna / Il Pd sotto i PM

Il Pd sotto i PM

Condividi quest'articolo su -->

Piovono avvisi di garanzia sui democrats che hanno intascato mazzette.

D’altronde il MOSE era stato ideato per fermare l’acqua alta a Venezia, non certo il fiume sotterraneo del denaro che sfociava nelle tasche della cricca dalle mani in pasta e dalle lunghe braccia che arrivavano ovunque. Chissà cosa ancora nasconde questa digha mobile circondata da un filo “rosso” di “omissati” che per il momento hanno il nome coperto da tante crocette perché non venga reso noto.

Il ” Fatto quotidiano”, intanto, ha scoperto l’escamotage per destinare 20mila euro ad Enrico Letta, ma certo non si fermerà a questa quisquilia. E con esso i giornalisti d’inchiesta ed i pubblici ministeri da qui agli anni a venire, considerata la vastità dello scandalo.

Alla fine i “malcapitati” patteggeranno, faranno i nomi ed i cognomi di altri compagni di merende (o meglio di abbuffate) per difendersi e salvarsi dal peggio, lasciando Renzi a blaterare sui corrotti e la questione morale. Molto presto il premier si renderà conto che avrà bisogno di scarpe infortunistiche con la punta d’acciaio per prendere a calci nel sedere gli “immondi”.

Non inviterà più i dissidenti del PD a sloggiare, e piano piano andrà a riprendersi coloro che ha rottamato, cioè quelli che dopo tanti anni di militanza non risultano né condannati né indagati. Per ora il premier e segretario Pd continua a ripetere che vuole cambiare tutto, ma non ammazza il gattopardo, anzi lo accarezza per saltargli in groppa.

Credeva pure di essere stato l’unico, nella storia della Repubblica italiana, ad aver raggiunto una percentuale di voti con il “quattro” davanti, ma Bruno Vespa (che ha la politica sui polpastrelli) l’ha subito smentito. Alle politiche del 18/4/1948, la DC di De Gasperi ottenne il 48,5% dei consensi con l’affluenza del 92,3%, ed il centrodestra berlusconiano esordì nel 1994 con il 46,4% alla Camera ed il 42,7 al Senato.

Considerato l’inconsulto pavoneggiarsi per il 40,8% alle europee, provi Renzi a raggiungere un risultato che si avvicini alle prossime politiche dopo essersi fatto “conoscere bene” dagli Italiani in base al suo operato. Allora, forse, potremo fargli tanto di cappello. Forse. Giuseppe Franchi Naa

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Tutte le criticità del Green Pass all’italiana

Perché il Green Pass – nella forma italiana – è un’iniziativa inaccettabile e va abrogato? …