Home / In Fuorigioco / La Champion’s si tinge di nerazzurro

La Champion’s si tinge di nerazzurro

COMMENTO AL CAMPIONATO

L’Atalanta si prende un punto prezioso in casa della Juve e ora vede il quarto-terzo  posto: contro il Sassuolo dovrà soltanto vincere e i giochi saranno fatti. Il Napoli trafigge un’Inter piccola piccola mentre il Milan passa fortunosamente in casa contro un ottimo Frosinone. Una Roma già in vacanza non va oltre lo zero a zero con il Sassuolo mentre il Toro viene matato da un Empoli aggrappato con le unghie e con i denti alla A. La solita Lazietta si fa imporre il pari in casa dal Bologna che si salva grazie al regalino dei biancocelesti. E’ bagarre nella zona retrocessione con la Fiorentina che perde anche a Parma e che ora dovrà vincere a tutti i costi contro il Genoa reduce da un pari con il Cagliari e con un piede in B.  Vittoria che sa di salvezza dell’Udinese che vince contro una Spal mai doma. Zero a zero tra Samp e Chievo.

L’Atalanta sta per scrivere una delle pagine più belle della sua lunga storia: se la prossima domenica vincerà in casa…pardon… in casa del Sassuolo perché il suo stadio è in ristrutturazione, staccherà il pass per la Champion’s alla faccia probabilmente del Milan a meno che l’Inter, così come ha fatto a Napoli, non crolli anche al Meazza sotto i colpi della Spal che a sua volta per salvarsi deve vincere a tutti i costi o anche prendere solo un punto sperando che la Fiorentina in casa stenda il Genoa. Un bell’ingorgo in alto come in basso non c’è che dire per mettere un po’ di sale ad un campionato che altrimenti sarebbe insipido come certo pane toscano senza sale.

L’Inter, dicevamo

si presenta a Napoli come se dovesse andare a fare una sana scampagnata, e così alla fine la magnata se la fa soltanto il Napoli che grazie alla Juve formato vacanze di questi tempi riesce a resegare un’altra manciata di punti  giusto per gli annali del calcio. Il Milan dal canto suo ringrazia l’errore dal dischetto di Ciano e le parate di Donnarumma perché altrimenti sarebbe stata tutta un’altra storia. Alla fine pensiamo che, a meno di repentine cadute di tensione, il quarto, anzi terzo posto sarà appannaggio della dea bergamasca con l’Inter  che si accomoderà appunto all’ultimo posto valido per ambire a qualcosa di più corposo se non altro in termini di introiti.

A fare l’Europa League

probabilmente si accomoderanno la Roma, il Milan, salvo sanzioni dell’Uefa, e appunto la Lazio vincitrice della Coppa Italia. Il Toro, travolto dall’Empoli sembra ormai fuori gioco anche se domenica, come pensiamo, dovesse battere la Lazio che ha già con la mente ai lidi di Ostia o Torvaianica fate un po’ voi. La partita di ieri sera ha dimostrato ammesso che ce ne fosse ancora bisogno che l’attuale squadra di Inzaghi soffre maledettamente dal punto di vista psicologico, debole di testa e di convinzione, con i rincalzi che per carità…lasciamo perdere. Prendere tre reti in casa da una squadra che lotta per non retrocedere dopo averne presi altri due da un’altra già retrocessa dimostrano che se si andasse ancora avanti nel torneo qui si rischierebbe di ritrovarsi in piena zona retrocessione e …meno male che si è vinta la Coppa Italia. Non va meglio la Rometta di questi tempi con la testa non si sa dove e che continua a perdere punti preziosi con  squadre di medio-basso cabotaggio.

Peggio della Lazio invece sta messa la Fiorentina che all’improvviso dalla zona Europa si è ritrovata a lambire quella delicata della retrocessione: se per caso domenica al Genoa dovesse capitare una giornata di grazia e all’Empoli dovesse riuscire l’impresa al Meazza sarebbe la B. Intanto la Samp salva e senza patemi si consegna per un pari con il Chievo giusto per onor di firma e fine della trasmissione contenti tutti o quasi e via così.

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Tennis, ATP finals a Torino. Un plauso a Chiara Appendino

La giovane politica e amministratrice è al momento al centro del ciclone per i ripetuti …