Home / Altre rubriche / In Corsia / Il terrorismo alimentare ha rotto i cosiddetti

Il terrorismo alimentare ha rotto i cosiddetti

Sulla scia dei famosi o famigerati consigli per gli acquisti, oggi riscontriamo una nuova categoria di consigli, quelli alimentari.
Gli esempi che si elencano in breve di seguito, ci son comparsi in una sola giornata in rete, come link condivisi.
Ma anche televisione e giornali, dispensano consigli sulle varie teorie alimentari che proliferano oggi. E’ un continuo.
Uno degli slogan preferiti crediamo sia: Iniziamo a curarci a tavola. Giustissimo. Mangiare sano ed in modo equilibrato non può che far bene. D’accordo.

Ed ecco che mentre lo pensiamo, arriva la prima dritta: via la carne. Diventare vegetariani può solo far bene. Perché, tra l’altro, mangiare cadaveri?. [La carne fa venire il cancro, dice l’Organizzazione mondiale della sanità]

Verrebbe a questo punto da chiedersi se la questione cambia se addento un animale vivo, ma non finisco neanche di formulare il pensiero al riguardo che arriva la seconda dritta: essere vegetariani non basta! Bisogna essere vegani. Via quindi anche i derivati animali.

Bene. Ho appena visto allontanarsi mentalmente: una coscia di pollo cotto a legna, una fiorentina, una pezzogna al forno, una mozzarella, una frittata e pure un bel pezzo di formaggio e mi consolo pensando che si può sempre fare una melanzana grigliata, zucchine a scapece, pomodori gratinati… e zacchete!

La terza dritta: perché mangiare la verdura e gli ortaggi cotti? Perché ammazzarli? Sempre cadaveri sono e quindi dannose per l’organismo.

Da rimanere basiti! Ricordo a scuola la scoperta del fuoco e l’uomo che iniziava a cuocere il cibo come un grande passo avanti! Ma dobbiamo essere telepatici, perché arriva un’altra notizia direttamente dalla preistoria. Lo sapete che i primitivi non si ammalavano? Già qui verrebbe da chiedersi dove hanno preso questa informazione, ma sorvoliamo e continuiamo. E sapete perché? Perché erano sani fino a scoprire l’agricoltura. La scoperta dei farinacei, cereali ed anche alcuni legumi avrebbe dato il via ad una serie di malattie.

Wow! E via pure una pizza, un piatto di pasta, un risotto e persino i legumi che devo ammettere non mi son mai piaciuti e pensavo fosse un danno.
Per un attimo, solo un attimo, pensiamo alla soia che è un altro alimento tra quelli che non prediligo e BUM!

Via la soia: è tra gli alimenti (OGM) che nutre le cellule tumorali.
Avvertiamo un calo di zuccheri. Forse un innocente biscotto… NO! Gli zuccheri sono veleno! La principale fonte di diabete e malattie del metabolismo.

E poi, sempre da ricordare, il biologico. Acquistare solo biologico. Tutto il resto non è sano, fa male.
Ok. Tiro un bel respiro e faccio l’elenco di ciò che dovrei eliminare: carne, pesce, derivati, farinacei, cereali, alcuni legumi, tutto ciò che viene cotto e tutto ciò che non è bio.
Tutto questo, per mangiare da malati e morir sani, ovviamente senza garanzie. E’ solo un tentativo.

Sì, lo sappiamo, non tutto fa bene, soprattutto gli eccessi, ma lo sanno questi esperti, quanto bene fa all’umore prendere un pezzo di cioccolato e gustarlo lentamente? E dare un morso ad una pizza appena uscita dal forno, ancora fumante? E sgranocchiare una patatina fritta? Ed addentare una coscia di pollo?

Non so voi… ma a chi scrive risulta che pure l’aria che respiriamo non sia più “sana” come un volta! Che facciamo? Andiamo in giro con l’ossigeno e la mascherina?

Ora, nulla togliendo a tutti questi consigli, ma vorremmo sapere se è nostra impressione che dal mangiare equilibrato e sano, si passi direttamente al terrorismo alimentare

Masquerade

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Guardie mediche sempre più “avamposti in territorio ostile”

LA PROPOSTA Ricordano, i gentili lettori, l’ultima aggressione sessuale subita dalla sfortunata dottoressa della Guardia …