Home / Affari di Palazzo / Astrologia spacciata come scienza su Corsera e Repubblica

Astrologia spacciata come scienza su Corsera e Repubblica

Condividi quest'articolo su -->

Ogni volta che una testata nazionale pubblica un articolo sull’astrologia, da qualche parte un astronomo si incazza. Soprattutto a cavallo di Capodanno, quando giornali e TV fioccano di astrologi, segni zodiacali e “previsioni”.

Questa però le batte davvero tutte. I due principali quotidiani italiani, «la Repubblica» e «Il Corriere della Sera», hanno deciso nei giorni scorsi di dedicare pagine intere alla PSEUDOSCIENZA cercando di spacciarla per SCIENZA. Cose che con la scienza hanno a che vedere come la panna nella carbonara, ma descritte come verità infusa da sedicenti studiosi senza alcun contraddittorio.
Badate bene a ciò che scrivono. Uno dei due personaggi intervistati dice che
noi esseri umani attingiamo energia dal movimento dei pianeti, o addirittura dalla materia oscura.
Come se la cosa avesse un qualche senso.
In base a quale dannato processo il movimento dei pianeti o della materia oscura fornirebbero energia all’organismo? Noi prendiamo energia da ciò che mangiamo, e difficilmente qualcuno di voi al ristorante ha ordinato un piatto di velocità di Giove o di materia oscura al ragù.
La materia oscura, poi. Se la chiamano “oscura” proprio perché non interagisce con la materia ordinaria, come diavolo fa a interagire con noi e addirittura darci energia? Abbiamo giganteschi esperimenti scientifici per trovare la materia oscura, nessuno ha visto neanche l’ombra di un’interazione eppure ora scopriamo da un astrologo che basta il nostro corpo per rilevarla. Pensate che stupidi questi scienziati! Speriamo che quelli del Corriere si rendano almeno conto di ciò che pubblicano.

E non è finita.

Uno degli intervistati continua dicendo che avrebbe previsto già nel 2013 (oltre alla pandemia ovviamente) «pure l’emergenza climatica che ha costretto l’Onu a correre ai ripari con la Conferenza di Glasgow. Bastava esaminare l’indice ciclico planetario». Certo, caro astrologo-cibernetico, l’emergenza climatica venne prevista dagli SCIENZIATI VERI già CINQUANT’ANNI FA. Il congresso di Glasgow non lo hanno fatto in fretta e furia, ma era il numero VENTISEI: il primo fu nel 1995 a Berlino, 18 anni prima della tua “previsione”! Bastava consultare un po’ di più la letteratura scientifica e un po’ meno i tarocchi. Viviamo in un sogno: gente che è riuscita a prevedere l’emergenza climatica dopo almeno 30 anni che la comunità scientifica organizza congressi sul tema e da oltre 50 la annuncia nelle pubblicazioni scientifiche. Ma ehi, cosa vogliono saperne i climatologi? Loro non sanno nulla di indice ciclico planetario carpiato multiplo.
Diciamolo chiaro e tondo: tutto questo è assolutamente inaccettabile. E lo diciamo anche da cittadini che stanno subendo, come gli altri, l’onda di una disinformazione scientifica dilagante che altro non fa e non alimentare tutto ciò che è no-scienza, con conseguenze potenzialmente disastrose per tutta la collettività. L’astrologia NON è una scienza. Gli oroscopi NON sono una scienza. Quando vedremo scritto questo sui quotidiani allora, forse, potrà tornare un briciolo di speranza.
Ricordatevelo, quando nei prossimi giorni i vari Paolo Fox fioccheranno ovunque come mosche impazzite.
Amministratori della pagina Facebook Chi ha paura del buio? - contenuto fruibile pubblicamente su detta pagina. 
Autori e pagina non hanno associazione alcuna con questa testata.

Leggi anche

Il Corriere della Sera si abbassa a tabloid pur di lanciare anatemi contro Trump

Media mainstream e Istituto Luce del ventennio: ormai sono poche le differenze

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

--> Redazione

Cerca ancora

La prima pagina de La Stampa: un mix di disinformazione e impudenza

Nella prima pagina odierna il quotidiano La Stampa stabilisce un nuovo punto d’arrivo nelle tecniche …