L’arditismo

Condividi quest'articolo su -->

 L’arditismo è stato una delle forme di guerra più confacenti al carattere nazionale, in quanto non vincolata da gerarchie, burocrazie e tradizionalismi, ma innovativa, individualista, basata sull’iniziativa personale.

In Italia, se si riesce a operare “uti singuli” e al di fuori delle burocrazie, dove di norma si addensano tutti i lavativi e gli imboscati, si ottengono risultati decisamente migliori: la Prima Guerra Mondiale ne fu un esempio e la Seconda una conferma.

Purtroppo, nessuno ne ha mai tenuto conto, a livello politico e strategico, anche perché la “leadership by doing” da noi è concetto assolutamente ignoto, cui si preferiscono i cattivi esempi e, nel “migliore” dei casi, “l’armiamoci e partite“.

Per contro, puntare sul carattere nazionale per ottenere i risultati migliori sarebbe una strategia vincente, ma da noi – si sa – i parametri sono sempre tarati sugli ultimi, nel senso dei peggiori, perché quella è la nostra “meritocrazia”, la nostra peculiare interpretazione del “nessuno resti indietro”…

Così, non solo non restano indietro, ma passano addirittura davanti, in testa, e i risultati si vedono…

di Piero Visani 

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La spigolatrice e l’involuzione della lotta politica

Dopo un lunghissimo percorso involutivo, il dibattito politico è sprofondato ulteriormente, in modo emblematico, con …