Home / Affari di Palazzo / Politica interna / «Un loculo per la patria»

«Un loculo per la patria»

Condividi quest'articolo su -->
LA CRISI DI SPAZIO DEI LOCULI CIMITERIALI

di Vincenzo Mannello

Cambiano i tempi e dal  ” date oro alla Patria” di mussoliniana memoria, teso ad affrontare la aggressione demo-plutocratica-massonica con le sanzioni del 1935, si è passati oggi alla offerta (obbligatoria) di un loculo cimiteriale per i deceduti “senza spazio”.
Primo caso di mia conoscenza ad Acireale, grossa cittadina della provincia di Catania, in cui una vecchia (si fa per dire) signora di 90 anni, recatasi a visionare la propria tomba magari per esorcizzare un vicino trapasso, la ha trovata “occupata” da un ospite indesiderato, ma risultato ai controlli “con le carte in regola”.

Ovviamente non del morto ma quelle del Comune di Acireale che, di propria spontanea volontà, aveva deciso la “donazione” obbligatoria dei loculi liberi in “comodato d’uso” per le salme insepolte causa “sovraffollamento”.
In soldoni: mancando le tombe, seppelliamo le salme nella casa (pagata anticipatamente) degli altri… una occupazione stile case popolari.

Però, si badi bene, autorizzata dal Sindaco,ovvero dalle istituzioni…!
La vecchietta non ha gradito affatto e sembra che in precedenza un legittimo proprietario per reclamare il proprio diritto al loculo abbia deciso di morire subito dopo l’abusivo…operando un controsfratto!
Però in un momento simile e con la crisi degli “alloggi funebri” che c’è in tutta Italia “l’esproprio comunale” temporaneo va addidato ad esempio per tutto il popolo italico…un loculo alla Patria (comunale). In prestito…,non come l’oro che gli italiani spesero per le future guerre! Tanto, se muori, mica te ne accorgerai…

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

--> Redazione

Cerca ancora

Anpi: persa una buona occasione per tacere

L’Anpi si permette di protestare nel giorno della memoria dei Martiri delle Foibe: forse sarebbe …