Home / Vicolo / Dove non riuscirono i barbari arrivò la Raggi

Dove non riuscirono i barbari arrivò la Raggi

Condividi quest'articolo su -->

Sono uno dei simboli di Roma. Ce li invidiano in tutto il mondo. In molte città di Italia vengono tutelati e ci si circola senza problemi.

A Roma no.

di Gilberto Trombetta

A Roma, per incapacità e mancanza di visione, una bella colata di cemento in pieno centro storico fa sparire gli storici sampietrini.

Eh no, non è vero che l’asfalto regga meglio il traffico su gomma. Neanche quello pesante. È una questione tecnica. Se montati ad arte e con il fondo stradale trattato a dovere, reggono anche meglio.

I sampietrini inoltre sono più ecologici rispetto all’asfalto, oltre a dissipare meglio il calore nelle afose giornate d’estate.

E per quelli che parlano di “pericolosità”

o di impossibilità di passeggiare in “Centro storico col tacco 12”, ricorderei umilmente lo stato penoso in cui versano marciapiedi e manto stradale.

Un continuo percorso a ostacoli tra buche, cedimenti e radici. I morti in incidenti stradali su vie asfaltate (male) e piene di buche ormai non si contano più. Una scelta così dissennata, quella di far sparire dal centro di Roma gli storici sampietrini, che anche dentro i 5S non è passata sotto silenzio.

Se noi andiamo a rimuovere i sampietrini di via Nazionale, noi rimuoviamo quel tappeto rosso che l’Italia appena unita srotolò per i turisti che arrivavano dalla nuova stazione ferroviaria, quindi stiamo distruggendo la storia

ha tuonato in Aula la consigliera 5S, Gemma Guerrini.

Ovviamente la mozione per bloccare questo scempio

è stata boicottata dalla maggioranza a 5 stelle della Giunta capitolina. E così dove non riuscirono neanche i barbari, è riuscita la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Per fortuna manca poco alla fine del suo mandato, altrimenti avremmo rischiato di ritrovarci con un bel parcheggio ultramoderno al posto di quel rudere del Colosseo.

In perfetto stile CarCarlo Pravettoni. L’imprenditore interpretato da Paolo Hendel che voleva asfaltare il Tevere e creare un autogrill al posto di Castel Sant’Angelo.

 

Leggi anche:

Raggi e Appendino sono il fallimento dei 5 Stelle

Condividi quest'articolo su -->

Cerca ancora

L’Università di Torino “green” con UniToGO

L’Università di Torino ottiene i primi posti tra gli atenei in fatto di sostenibilità ambientale; …