Home / Grande schermo / La cosa giusta detta per caso da Miss Italia 15

La cosa giusta detta per caso da Miss Italia 15

Condividi quest'articolo su -->

Il pensiero di chi scrive sui concorsi di bellezza è questo: reginetta, cretinetta, poco cambia. Eppure mettere in croce la nuova, bellissima, miss Italia, è davvero esagerato. Il pomo della discordia: Claudio Amendola ha chiesto alle finaliste quale periodo storico costoro avrebbero voluto vivere se ne avessero avuto la possibilità. La miss del 2015 ha risposto che le sarebbe piaciuto vivere nel 1942, in piena seconda guerra mondiale, perché i libri scrivono tanto, ma lei avrebbe voluto vedere cosa davvero succedeva in quei tempi.

E già qui, apriti cielo: i libri scritti sulla seconda guerra mondiale, dal sussidiario al libro del compagno professore di storia contemporanea, si sa, sono legge, anzi, bibbia, e dicono la verità. Seconda cosa, e questa, spiace proprio, è una minchiata, è: tanto in quei tempi non avrei fatto il militare, sarei stata solo a casa ad avere paura. Buona la prima, magari non spieghiamo le ragioni approfondite di scelte invero, per puro caso, giuste…
Qui il video:

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Benigni a Sanremo, servizio pseudo culturale al servizio dei privati

L’oppio dell’individuo postmoderno di Paolo Desogus* Passa il tempo, cambiano le tecnologie, evolvono i processi …