Home / Affari di Palazzo / Economia e finanza / PCI: il partito più sovranista di sempre

PCI: il partito più sovranista di sempre

Condividi quest'articolo su -->

Ricorre il centenario della nascita del Partito Comunista Italiano (PCI). Si potrebbero dire tante cose (e le diremo), ma mi pare utile rammentare un fatto interessante: il PCI è stato senza dubbio il partito più “sovranista”, per usare un termine che oggi va di moda, del secondo dopoguerra.

Thomas Fazi

È infatti stato l’unico partito dell’arco costituzionale a votare contro tutti i trattati europei, dal Trattato di Roma del 1957, che istituì la Comunità economica europea (CEE), fino al Trattato di Maastricht del 1992 (per bocca, a quel punto, di Rifondazione Comunista).

I comunisti italiani, insomma, hanno sempre nutrito una profonda diffidenza, se non un’aperta avversione, contro ogni ipotesi di “annegamento” dello Stato italiano in una qualsiasi istituzione sovranazionale europea.

E questo perché avevano ben chiaro che solo all’interno del perimetro dello Stato democratico nazionale le classi subalterne avevano qualche speranza di poter migliorare le proprie condizioni, e che i processi di sovranazionalizzazione politico-economica avevano lo scopo preciso di eludere il processo democratico e porre così le leve della politica economica al riparo dall’influenza delle masse lavoratrici. Come poi è stato.

Il fatto che oggi la critica radicale della UE

e dell’euro – altresì noto come “sovranismo” – sia considerata una postura di destra, soprattutto dalle persone di sinistra, che con poche eccezioni hanno abbracciato l’europeismo più sfrenato, è la dimostrazione plastica della mutazione antropologica, ormai irreversibile, della sinistra contemporanea.

Che ormai con la gloriosa tradizione del movimento socialista e comunista non ha veramente più nulla a che vedere. E anzi ne è diventata l’antitesi.

 

Leggi anche:

L’Italia di oggi tra Europa strozzina e sovranisti di cartone: il punto di vista di Marco Rizzo

Condividi quest'articolo su -->

Cerca ancora

La “prima volta” di Biden: raid militare in Siria

Il presidente Joe Biden ha ordinato, per la prima volta dall’inizio del suo mandato, un …