Home / In Fuorigioco / Champion’s: ancora non è detta l’ultima parola

Champion’s: ancora non è detta l’ultima parola

Condividi quest'articolo su -->

COMMENTO AL CAMPIONATO

Nel derby d’Italia la Juve riesce ad avere ragione dell’Inter e si rifà sotto in chiave Champion’s. Il Milan si deve accontentare del pari in casa con il Cagliari che si salva mentre l’Atalanta continua la sua marcia inarrestabile vincendo a Genova con i grifoni. 

Napoli facile contro la Fiorentina. Il Derby della capitale va alla Roma. Il Sassuolo spera ancora nella Conference League battendo nettamente il Parma. Lo Spezia inguaia il Toro stravincendo la sfida salvezza, mentre il Benevento si inguaia da solo pareggiando con il Crotone ormai retrocesso. La Samp batte di misura l’Udinese. Stasera quasi una formalità il match tra il Verona e il Bologna.

La Juve non demorde e quando la dai per spacciata tira fuori le unghie e i denti e sconfigge i neo campioni d’Italia con una partita gagliarda che alla fine, nonostante il rigore sbagliato di Ronaldo il buon Cuadrado mette in cassaforte ad una manciata di minuti dalla fine. Per la corsa Champion’s i bianconeri ci sono ancora, future e possibili sanzioni Uefa a parte. Il Milan rimane affossato sul pari da un Cagliari che si salva dalla retrocessione mentre il Napoli trova una facile vittoria in casa della Fiorentina. Solita valanga di goal dell’Atalanta in campionato, questa volta a farne le spese un ormai salvo Genoa.

Tra Milan e Napoli  da una parte e la Juve

dall’altra ora c’è un solo punto e all’ultima giornata può veramente succedere di tutto. Il derby moscio della capitale trova i suoi vincitori nei giallorossi che approfittano di una Lazio ormai  completamente  demotivata e senza una panchina degna di una serie A. Con i titolari spremuti come limoni maturi per mancanza di validi rincalzi la storia si ripete ogni anno puntualmente e mette ormai con le spalle al muro una società ormai da tempo inadatta a gestire una squadra gloriosa come quella della Lazio.

Il problema è che con la rosa ormai stanca, avanzata nell’età e con gli acquisti di quest’estate da rispedire in blocco al mittente a prezzi stracciati bisognerà rifondare praticamente tutta la squadra. La domanda però è una e impietosa: con quali soldi se Lotito non ce li ha?

A questo punto, a meno di non continuare come se niente fosse ad acquistare a casaccio giocatori anonimi solo perché a parametro zero e continuare a tenere a libro paga quelli di scarsissimo valore comprati quest’estate a peso d’oro svendendo al contempo i pochi buoni che hai, l’unica alternativa che resta al sor Lotito è quella di dedicarsi finalmente a tempo pieno alla sua Salernitana cedendo a chi potrebbe portare denaro fresco quello che resta di una società che altrimenti sarebbe destinata a tornare sui livelli dei primi anni ottanta.

Sul fronte salvezza il Toro perde con lo Spezia che si salva

Toro che mercoledì gioca proprio contro la Lazio rischiando di andare in serie B perché il buon Simone potrebbe fare un bel favore a suo fratello Pippo battendo, ora come ora non si sa bene come, un Toro con l’acqua alla gola. Per il resto normale routine con la Samp che batte un’Udinese ormai con la testa alle vacanze e un Sassuolo che all’Europa ci crede ancora e batte anche il Parma. Stasera una partita quasi inutile con Verona e Bologna che lottano per il decimo posto in classifica.

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Ronaldo e Pogba senza sponsor sono ragazzi che corrono su un campo di calcio

EURO2020 Ha suscitato scalpore internazionale la conferenza stampa di Cristiano Ronaldo che ha levato un …