Home / In Fuorigioco / Italia Inghilterra: a good draw!

Italia Inghilterra: a good draw!

Condividi quest'articolo su -->

 

 

 

Finisce pari l’amichevole di lusso con i bianchi di mister Hodgson e non è stato un pareggio soporifero. Le squadre non volevano assolutamente perdere e hanno dato vita ad un incontro bello, divertente, a tratti spumeggiante. Era la serata degli esperimenti almeno da parte di Conte che ha proposto un centro campo inedito con l’innesto di Parolo,  Valdifiori e Soriano e con Pellè là davanti insieme a Eder. Iniziano bene gli azzurri con Parolo che fa partire un bel bolide sventato in angolo dal portiere Hart. Al minuto 17 Darmian cerca la deviazione sotto porta ma i difensori inglesi riescono a metterci una pezza. Due minuti più tardi è la volta di Rooney a far partire un tiro che, dopo aver rimbalzato sul terreno, va a stamparsi sulla traversa facendo venire un bel brivido freddo ai tifosi accorsi allo Juventus Stadium. Al minuto 19 il primo goal con Pellè bravo a spizzare di testa il calibrato cross di Chiellini.

Il secondo tempo inizia con Hart bravo a neutralizzare il tiro di Eder e con Pellè che sulla ribattuta spedisce a lato. Kane al 7° impegna Buffon che riesce a deviare in angolo. L’Inghilterra non ci sta ad uscire da Torino con una sconfitta sebbene in amichevole e infatti due minuti dopo ci riprova con Gibbs con un tiro da vicino neutralizzato ancora una volta da un attentissimo Buffon. Qualche minuto dopo il portierone azzurro si ripete sulla gran botta di Rooney che alla mezzora ci prova ancora mandando questa volta la palla fuori di poco. E’ una specie di…avviso postale perché al minuto 34 l’Inghilterra riesce a finalizzare in rete con Townsend che, al limite dell’area, fa partire un destro potente che va ad insaccarsi alla destra di Buffon per il definitivo e giusto pareggio. Ancora il tempo di vedere un’altra deviazione dell’estremo difensore azzurro e un diagonale di Antonelli che lambisce il palo alla sinistra di Klybe sostituto di Hart che l’arbitro tedesco Brych da il triplice fischio e manda tutti negli spogliatoi. L’Italia… diciamo B si dimostra all’altezza di quella titolare e in qualche modo contribuisce a rasserenare gli animi della Federazione ma soprattutto l’animo di Conte applaudito nel dopo partita dai suoi ex tifosi con tanto di stretta di mano e abbraccio con Andrea Agnelli…se non è un segno di pace poco ci manca.

 

Italia 3-5-2: Buffon, Ranocchia, Bonucci, Chiellini (Moretti), Florenzi (Abete), Parolo, Valdifiori, Soriano, Darmian (Antonelli), Pellé (Immobile), Eder (Vazquez), All. Conte;

 

Inghilterra 4-3-1-2: Hart (Klyne), Clyne, Smalling Carrick), Jagielka, Gibbs (Bertrand), Delph Townsend), Jones, Henderson (Mason), Rooney, Kane, Walcott, (Barkley), All. Hodgson,

 

Arbitro: Brych (Germania)

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Miracolo al numero 175 di via Druento

COMMENTO AL CAMPIONATO La Juve vince a Bologna e per un pelo ce la fa …