Home / In Fuorigioco / Roma che beffa!

Roma che beffa!

Condividi quest'articolo su -->

 

 

La Roma nel gelo di Mosca si fa raggiungere in quella che d’ora in poi, almeno da queste parti, verrà chiamata “zona Berezutski“, ovvero quando ormai l’arbitro, voglioso di un bel the bollente, sta per portare il fischietto alle labbra. La Roma, va detto a parziale consolazione, ha tenuto bene il campo nel gelo ma soprattutto nel deserto di uno stadio che ha subito la mannaia dell’Uefa. Dopo alcuni innocui batti e ribatti, la prima vera occasione capita al 39° sui piedi di Doumbia del Cska che, incuneatosi nella difesa romanista, si ritrova a tu per tu con De Sanctis ma si fa parare il tiro troppo centrale.

Il goal comunque è nell’aria gelida di Mosca ma arriva…dalla parte sbagliata: infatti al 43° Totti calcia una delle sue solite micidiali punizioni sulla quale nulla può nè potrebbe l’estremo difensore russo e porta in vantaggio i giallorossi. Tre minuti dopo è la volta di Florenzi a provare il raddoppio ma il suo tiro questa volta viene deviato dal portiere russo. Nella ripresa al minuto 59 la Roma ha di nuovo l’occasione per raddoppiare ma Nainggolan davanti al portierone avversario sbaglia incredibilmente e manda fuori di poco.

Il Cska non demorde e al minuto 76 è Dzagoev a provare a pareggiare di testa ma De Sanctis è attento e agguanta il pallone. La Roma continua a procurarsi occasioni su occasioni per raddoppiare e al 79° è la volta di Ljajic a concludere dopo una bellissima e ficcante azione di contropiede, ma Akinfeev con gran mestiere riesce a deviare di piede. Garcia cambia in corsa mandando in campo prima Iturbe al posto di Gervinho, poi Pjanic al posto di Ljajic e infine Strootman al posto di uno stanco Nainggolan ma la partita sembra ancorata sullo 0-1.

Al minuto 90 il prologo alla…mezza tragedia calcistica che avverrà tre minuti dopo: i moscoviti con Doumbia vanno ad un passo dal pareggio ma l’attaccante per un pelo manca la deviazione a due metri da De Sanctis. Per la Roma sembrerebbe a questo punto fatta ma al minuto 93 succede quello che non ti aspetti ma che nel calcio può sempre, in questo caso purtroppo, succedere. Berezutski, di professione difensore, spara con…la molla un cross con un effetto tipo boomerang e il pallone beffardo non viene intercettato da nessuno in area e finisce lemme lemme alle spalle di un po’ colpevole De Sanctis. E’ pareggio e la Roma che già si stava pregustando una quasi sicura qualificazione, paga care, carissime le occasioni sprecate sotto porta. Per la squadra di Garcia ora si fa dura: all’Olimpico dovrà rintuzzare le nuove velleità di un Manchester City che ha vinto, udite udite, in casa contro sua maestà il Bayern.

 

CSKA Mosca: Akinfeev, Fernades, Berezutski, Ignashevich, Schennikov, Natcho, Cauna (Milanov), Dzagoev, Eremenko, Musa, Doumbia, all. Slutski;

 

Roma: De Sanctis, Florenzi, Manolas, Astori, Holebas, Nainggolan (Strootman), De Rossi, Keita, Gervinho (Iturbe), Totti, Ljajic (Pjanic), all. Garcia;

 

arbitro: Brych (Germania)

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Ronaldo e Pogba senza sponsor sono ragazzi che corrono su un campo di calcio

EURO2020 Ha suscitato scalpore internazionale la conferenza stampa di Cristiano Ronaldo che ha levato un …