Home / Affari di Palazzo / Politica interna / Prodi farnetica: Più potere all’Ue e meno agli Stati”

Prodi farnetica: Più potere all’Ue e meno agli Stati”

Condividi quest'articolo su -->

Il Professor “Mortadella” ha deciso di farsi sentire con delle farneticanti affermazioni.

L’attuale presidente dell’International Advisory Board di Unicredit, che evidentemente ha a cuore il futuro delle banche private, si è lasciato andare su Repubblica ad una personale visione distorta della realtà. “Manca una vera autorità europea. Non abbiamo voluto un’autorità federale. Abbiamo delegato ogni potere ai leader nazionali, che sono ostaggi dei loro problemi di politica interno“.

Abbiamo sentito bene? Prodi ci è o ci fa? Secondo noi ci fa, perché il Mortadella, per quanto possa sembrare individuo trasognato e un po’ fuori contatto con il mondo reale, è in realtà un volpone non da ridere e l’attuale posizione che ricopre dimostra la sua scaltrezza di movimenti.

Prodi è da sempre sostenitore del liberismo, delle banche private e in sostanza dell’elites finanziaria europea, di cui fa ancora parte. E’ lui che ha voluto dismettere l’IRI, l’istituto nazionale di ricostruzione industriale (che ad oggi ci farebbe un gran comodo), con la scusa di dover ripianare il debito pubblico. Un debito MAI ripianato.

Si è poi distinto per la sua personale iniziativa politica volta a far entrare l’Italia nel sistema monetario europeo, lo stesso che ha arricchito l’1% dei più ricchi in Europa, impoverendo tutti i rimanenti. Prodi è stato anche presidente della Commissione europea, l’organo meno democratico in Europa perché non eletto da nessun cittadino, proprio nel momento dell’entrata in vigore dell’euro. Prodi in sostanza è stato il padre fondatore dei parametri di Maastricht e dell’euro.

Il Professor “Mortadella” quando rilascia le dichiarazioni, come quelle di sopra, sa benissimo di mentire e anche alla grandissima. I leader nazionali non hanno più alcun potere nell’Ue. Tutti i paesi che hanno aderito al trattato di Maastricht sono vincolati a quella puttanata inutile del pareggio di bilancio per Costituzione. Ciò vuol dire che tutte le decisioni in materia di economia dovranno essere subordinate al pareggio di bilancio, voluto dall’Ue. L’Ue ha dunque potere assoluto sugli Stati, quasi di vita o di morte.

La prova di ciò è proprio l’Italia, il cui legittimo governo venne fatto cadere con un colpo di Stato, comprovato da più fonti (Alan Friedman, Bini Smaghi e Timoty Geithner), perché non aveva più intenzione di rispettare i parametri assurdi imposti da Bruxelles. Per questo dal 2008 i cittadini italiani non hanno più potuto scegliere il proprio governo, gli ultimi sono stati designati e nominati dall’ancora non compianto Giorgio Napolitano, con l’avallo di personalità europee

E’ possibile che Prodi fosse dietro le quinte in tutto questo, vista anche la sua amicizia con Mario Monti.

Romano Prodi ha distrutto il nostro Paese facendolo passare da quinta potenza industriale al mondo all’ottavo posto, perdendo il 25% della produzione. Nel mentre che la nostra disoccupazione arrivava al 12% lui si sistemava con un bel posticino da Unicredit. Abbi la decenza di stare zitto almeno!

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Appello ai progressisti: parlare di diritti sociali non è benaltrismo

Occuparsi del ripristino di alcuni fondamentali diritti sociali non esclude la possibilità di potenziare contestualmente …