Home / Affari di Palazzo / Politica interna / “Renzi è un trasformista!”. E bravo Gad, hai scoperto l’acqua calda

“Renzi è un trasformista!”. E bravo Gad, hai scoperto l’acqua calda

Condividi quest'articolo su -->

E’ gennaio 2015, sono passati 11 mesi dalla “nomina” a Primo Ministro e più di un anno dalla vittoria alle primarie Pd per Matteo Renzi, ormai dovremmo conoscere le sue intenzioni politiche.

E invece esistono ancora personalità, vicine se non all’interno del Pd, che mostrano lo stupore dei bambini nel vedere certe mosse del Premier non eletto. Gad Lerner è uno di questi e lo dimostra l’intervista rilasciata al Fatto Quotidiano, dichiarazioni che ci lasciano perplessi per la sua ovvietà. “Matteo Renzi cerca la rissa, la rottura, l’emorragia a sinistra per riparare in mediana, dove si mescolano moderati di centro e di destra“, e ancora “mi sto convincendo, spero di aver torto, che Renzi persegua la scissione“. Ma no! Vuoi vedere caro Gad che Renzi sta cercando i voti dei berlusconiani e democristiani insoddisfatti?

Come mai un illustre giornalista come Gad Lerner non ha percepito tale pericolo già in seguito ai proclami di “rottamazione” fatti da Renzi durante la campagna per le primarie? E come mai un professionista di spessore come Lerner non ha intuito tale pericolo quando è venuta alla luce la natura del Patto del Nazareno? Per non parlare poi della clausola “salva-Silvio“inserita nel decreto legge di Natale.

Lerner evidentemente da fondatore del Pd non vuole aprire gli occhi e vedere l’amare realtà che si palesa di fronte allo schieramento sinistro del Paese. C’è una sinistra che non è più tale (gli operai di oggi cercano aiuto nella Lega e in altri partiti di destra), una sinistra diventata capitalista, imprenditoriale, europeista e liberista. Da Karl Marx a Gordon Gekko, una giravolta notevole, i cui frutti di contraddizione ancora crescono all’interno del Pd, lasciando le classi meno abbienti senza più un punto di riferimento.

Ma su questo Gad non si esprime, forse perchè lui, in quanto fondatore del Pd, è molto più vicino alla sinistra liberal e capital rispetto a quella tradizionale e socialista, ben più vicina al popolo.  

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Tutte le criticità del Green Pass all’italiana

Perché il Green Pass – nella forma italiana – è un’iniziativa inaccettabile e va abrogato? …