Home / Affari di Palazzo / Politica interna / Gianfranco Fini sogna di ricostruire la destra (dopo averla distrutta)

Gianfranco Fini sogna di ricostruire la destra (dopo averla distrutta)

Condividi quest'articolo su -->

Ed ecco a voi Gianfranco Fini, ex vicepremier, ex ministro degli esteri, ex segretario di svariati partiti, fucilatore e affondatore di navi. Tra le galee che è riuscito a far affondare nel mare magnum del dimenticatoio politico italiano ricordiamo il Movimento Sociale Italiano, di cui ha spento la fiamma, Alleanza nazionale, confluita in una delle aziende berlusconiane dette Pdl, il Pdl Stesso, Futuro e libertà per l’Italia, con conferenze andate deserte e nessuno che se lo filasse.

Persino la coalizione del Terzo polo con Casini e Monti è riuscito a far naufragare miseramente, senza eleggere alcun candidato in parlamento. Gianfranco Fini è in attesa del sesto partito da mandare alla deriva.

Parla, in questo suo video, di una destra che non c’è. Se una destra non c’è, in Italia, è anche molto merito suo: quindi, #senzasecondifini, come gli piace scrivere con l’idea di accalappiare qualche giovane che pensa che “destra” e “Fini” abbiano ancora qualcosa in comune, si potrebbe fare da parte una volta per tutte.

Con la buonuscita milionaria dal Parlamento della Repubblica che ha ricevuto non gli sarà difficile passare una vecchiaia serena, che è quello che la maggioranza dell’elettorato di destra e centrodestra italiano gli augura. Insieme a tante altre cose, probabilmente.

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Le panzane “intellettuali” sull’Esercito Europeo

Ho letto sul Corriere della Sera un pezzo di Paolo Mieli che considero davvero illuminante. …