Home / Affari di Palazzo / Politica interna / Tutti pasticcioni ed impreparati

Tutti pasticcioni ed impreparati

Condividi quest'articolo su -->

Non spetta alla gente comune conoscere le regole della Camera e del Senato. I giornalisti, pur dandosi da fare per sapere qualcosa di più sui Regolamenti delle Assemblee, molte volte scrivono inesattezze. Ma la costituzione, le regole e le eventuali modifiche, i politici dovrebbero conoscerle a menadito, saperle interpretare, studiarle a memoria per ripeterle come un mantra, così da non incorrere nelle becere figuracce che denotano la loro inadeguatezza alla funzione che esplicano.

Da quanto sta emergendo la famigerata “tagliola“, che mai è stata utilizzata in Italia, è una regola del Senato, non della Camera. La Boldrini invece l’ha messa in atto con sicumera, convinta di aver fatto la cosa giusta e necessaria per far passare il decreto che stava per scadere. Non sta certamente a noi dire se il decreto sia illegale, non valido, eccetera, in quanto alle corbellerie, ai cavilli ed alle furbate ci pensano già fin troppo gli addetti ai lavori.

C’è però da chiedersi, considerato tutto il can can, se sia lecito o meno abbinare due argomenti diversi in un unico decreto (comunicandone solo uno all’opinione pubblica), ma trovare qualcuno in grado di darci la risposta esatta è cosa quanto mai ardua. La prassi parlamentare, putroppo, è discutibile ed orientata nel senso dell’accorpamento. Sorge però un dubbio che rode come un tarlo: perchè i 50 senatori del M5S non hanno battuto ciglio quando il decreto è passato senza intoppi a palazzo Madama? Ci sono solo polemiche, proteste, discussioni, politici che corrono in Tv per esternare le proprie opinioni, che servono solo ad aumentare la confusione, come se non ce fosse abbastanza.

Grillo è giunto a Roma  Letta va negli Emirati arabi per cambiare aria. Ci dicano almeno a quanto ammontano le riserve auree di Bankitalia (ormai di proprietà di banche private ed assicurazioni), solo per curiosità. Siamo stufi di sentir passare da un valore di 100miliardi di euro a 400 con nonchalance, come se fossero bruscolini. Che siano dei cittadini o no, conta poco. Il ceto medio non c’è più ed i poveri sono sempre più poveri.
Giuseppe Franchi
<iframe width=”640″ height=”390″ src=”//www.youtube.com/embed/qnkjv2PGF6o” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Le panzane “intellettuali” sull’Esercito Europeo

Ho letto sul Corriere della Sera un pezzo di Paolo Mieli che considero davvero illuminante. …