Home / Altre rubriche / Kirche und Welt / Cosa è rimasto della Chiesa?

Cosa è rimasto della Chiesa?

Quando i papi facevano i papi:

“Dal suolo romano il primo Pietro, circondato dalle minacce di un pervertito potere imperiale, lanciò il fiero grido d’allarme: « Resistete forti nella fede » (1 Petr. 5, 9). Su questo medesimo suolo Noi ripetiamo oggi con raddoppiata energia quel grido a voi, la cui Città natale è ora il teatro di sforzi incessanti volti a rinfiammare la lotta fra i due opposti campi: per Cristo o contro Cristo, per la sua Chiesa o contro la sua Chiesa. Destatevi, o romani. L’ora è sonata, per non pochi fra voi, di svegliarvi da un troppo lungo sonno (cfr. Rom. 13, 11). Agire fortemente e fortemente patire: è la divisa del nome romano”.

Pio XII il 22 dicembre 1946, dopo un ammonimento sullo stato di decadenza della società, e con un riferimento chiaro alle elezioni per il rinnovamento del parlamento della prima legislatura repubblicana che si sarebbero tenute da lì a un anno.

Un’ingerenza indubbiamente pesante, nel solco della scomunica ai comunisti che, in alleanza nel Fronte democratico popolare avrebbero poi ottenuto il 30% dei voti. Tuttavia in piazza San Pietro si accalcavano duecentomila persone. Cosa è rimasto oggi di quella Chiesa? Brandelli di mefitica corruzione e perversione nei suoi ranghi più alti. Si salvano, come sempre, i piccoli e i deboli, gli emarginati ed i missionari, ma la domanda risuona sempre più forte: c’è da fidarsi a conferire a questa istituzione l’otto per mille?

Di Federico Altea

Avatar

Cerca ancora

Da che parte sta (davvero) papa Francesco?

di Marco Trogi Stiamo vivendo un periodo storicamente importante, di grandi cambiamenti, mutamenti di carattere …