Home / Affari di Palazzo / Politica interna / L’Agcom bacchetta il fazioso Fazio

L’Agcom bacchetta il fazioso Fazio

Condividi quest'articolo su -->

Sono stati finalmente “beccati” coloro che hanno fatto dello spazio pubblico televisivo un salotto di interessi privati e ridondanti logiche di partito.

I programmi “Che tempo che fa” di Fabio Fazio e “In mezz’ora” di Lucia Annunziata sono l’esempio del tipo di potere che un giornalista possiede, ovvero la costruzione di trasmissioni ad hoc in cui viene imposta ai telespettatori una realtà unilaterale che non può essere in alcun modo contestata.

Se però da una parte la Annunziata, nonostante abbia sempre smaccatamente espresso la sua posizione politica, può comunque nella sua storia giornalistica delle interviste a personaggi di opposte vedute (ricordiamo la famosa litigata con Berlusconi, terminata con l’abbandono degli studi da parte di quest’ultimo), dall’altra non abbiamo memoria di interviste o domande “scomode” fatte da Fabio Fazio, il quale ha da sempre usato il potere prima descritto con maliziosa efficacia, apparendo sempre come pacato, rispettoso e quasi immacolato, ma in realtà ben consapevole di stare burattinando a suo piacimento l’attenzione del pubblico.

Ora però non si scherza più perché Renato Brunetta ha presentato un esposto all’Agcom, l’autorià per le garanzie nelle comunicazioni, che dopo la verifica dell’effettività della denuncia, ha invitato la Rai a garantire maggiore presenza degli esponenti del Pdl e maggiore pluralismo politico, in particolare nelle trasmissioni della Annunziata e di Fazio.

Per vent’anni abbiamo avuto da ridire sul conflitto di interessi che colpirebbe il gruppo Mediaset, peccato però che una delle principali conquiste della democrazia moderna, ovvero il diritto di replica, non fosse rispettato per nulla all’interno di uno spazio pubblico, pagato e finanziato con le tasse di tutti, anche degli elettori Pdl.

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La spigolatrice e l’involuzione della lotta politica

Dopo un lunghissimo percorso involutivo, il dibattito politico è sprofondato ulteriormente, in modo emblematico, con …