Home / Affari di Palazzo / Esteri / 25 Aprile, San Marco: un pensiero ai Marò

25 Aprile, San Marco: un pensiero ai Marò

Condividi quest'articolo su -->

Oggi 25 Aprile si festeggia ufficialmente la festa della Liberazione da quello che viene definito, non senza operare un’aberrazione storica, il nazifascismo. Nei paesi è un modo come un altro per festeggiare la stagione primaverile, così accade che la Festa di Primavera sia celebrata nei borghi di tutta Italia a scapito di una liberazione che altro non è che l’esito di una lotta civile e spesso fratricida dalla quale è risultata vincitrice la forza ribelle e traditrice delle istituzioni allora vigenti, grazie esclusivamente all’ausilio di forze straniere: quelli che abbiamo imparato a conoscere come “alleati”. 

Oggi è anche san Marco, e il nostro pensiero non che rivolgersi ai fucilieri di Marina del battaglione san Marco detenuti in quel dell’India, sottoposti ad un processo lunghissimo, in barba alla certezza del diritto e, cosa ancor più grave, in barba al diritto internazionale, considerando che la vicenda nella quale Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono imputati, è avvenuta in acque internazionali e quindi sottoposta, parlando in punta di diritto, alla giurisdizione italiana. Il nostro paese, tutti sappiamo, partecipa ad operazioni interforze per debellare lo spettro della pirateria dall’Oceano indiano. 

Il 25 aprile del 1936 ha visto la fondazione della bella città di Aprilia (da 2000 abitanti immigrati dall’Italia del nord e dai dintorni, siamo oggi a 71 mila e passa abitanti, orgoglio e vanto italiano). Andando dieci anni indietro assistiamo alla Prima assoluta, il 25 aprile 1926, della Turandot dell’appena morto genio pucciniano, messa in scena al teatro alla Scala di Milano. Andando ancora a ritroso, ma già in epoca italiana in tutti i sensi, e cioè post-1861, nasce, per l’esattezza il 25 aprile 1874, Guglielmo Marconi, poi Marchese, insignito della nobiltà per i suoi meriti, che annoverano, tra l’altro, l’invenzione della radio, preconizzatore del radar e di altre numerose celebri invenzioni.

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La vergognosa fuga americana dall’Afghanistan

Per vent’anni, Bagram è stata la più importante base militare aerea USA in Afghanistan. Gli …