Home / Affari di Palazzo / Politica interna / Per garantire un futuro bisogna tornare al passato

Per garantire un futuro bisogna tornare al passato

Condividi quest'articolo su -->

In primis occorre rileggere con attenzione la storia economica liberandosi dai tabù che ci hanno inculcato per valutare attentamente ciò che è meglio fare per il bene dell’Italia. Non c’è solo l’economia bocconiana asservita al potere finanziario dei banchieri che ci schiavizza (facendo vittime ogni giorno), ma anche quella che mise in atto Hyalmar Schacht per far uscire la Germaia dal tunnel. I tedeschi (dopo la sconfitta della 1° guerra mondiale) erano in condizioni disperate, malnutriti e senza lavoro, con gli avvoltoi sopra la testa. Dovevano pagare tonnellate di dollari in oro, non avevano un piano di crescita e la disoccupazione raggiungeva il 20%. Dal 1933 al 1936 venne realizzato un grande miracolo economico, superiore al tanto celebrato New Deal di Roosevelt che risollevò gli USA dopo il crollo di Wall Street del 1929 (architettato dai banchieri).

Il ministro tedesco dell’economia, nonché presidente della Reichbanck, risolse il problema (senza creare inflazione) eliminando l’uso di una moneta con valore internazionale, sostituendola con una specie di baratto tra diverse unità economiche. Per acquistare materie prime di altri paesi, Schacht escogitò un ingegnoso sistema: pagò i fornitori con una moneta che si poteva spendere solo per comprare merci fatte in Germania, evitando così l’intermediazione finanziaria e la fuoriuscita finanziaria di capitali. Il principale provvedimento fu l’emissione dei MEFO, obbligazioni emesse sul mercato interno per finanziare lo sviluppo.
La Reichbanck fornì agli industriali i capitali che servivano senza aprire fidi, ma autorizzando gli imprenditori ad emettere cambiali garantite dallo stato senza portarle all’incasso. Il risultato fu che i 6 milioni di disoccupati del 1933 si ridussero a 2 milioni e mezzo nel giugno ’34 fino a raggiungere il milione nel ’36 per poi ridursi a 400mila nel 1938. Ecco la ripresa senza soccombere ai banchieri. L’investimento rimette al lavoro i disoccupati, il lavoro crea reddito, aumenta i consumi e poi produce pure risparmio. Senza tante storie, gli economisti Italiani dovrebbero prendere esempio, cancellando dalla mente i pregiudizi imposti dalla cultura dominante.

di Giuseppe Franchi     N.a.a. 

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La spigolatrice e l’involuzione della lotta politica

Dopo un lunghissimo percorso involutivo, il dibattito politico è sprofondato ulteriormente, in modo emblematico, con …