Home / Affari di Palazzo / Esteri / Costarica, animal friendly

Costarica, animal friendly

Condividi quest'articolo su -->

Dopo il divieto della caccia sportiva e la messa al bando dei circhi con animali, il Costarica annuncia che presto anche i due zoo di San Josè, la capitale, chiuderanno i battenti.

Lo zoo più grande, sito nel centro della città che prende il nome dal padre della patria, Simon Bolivar, e quello più piccolo e periferico contano più di 400 animali di varie specie.

Il Ministro dell?Ambiente, Renè Castro, ha fatto sapere che il grande zoo sarà trasformato in un parco botanico.

Eduardo Bolano, portavoce di Fundazoo– fondazione che si occupa della gestione degli animali- fa sapere che la strada non sarà in discesa.

” Siamo preoccupati su dove il Ministro vuole trasferire gli animali. Il Simon Bolivar ed il Centro di Conservazione sono gli unici che hanno un veterinario specializzato in specie delle foreste e un nutrizionista animale”.

E c?è di più: sembra che il contratto con la fondazione per la gestione dei giardini zoologici sia stato rinnovato sino al 2014.

di Ilaria Riggio Lopane

Condividi quest'articolo su -->

Di Gabriele Tebaldi

Gabriele Tebaldi
Classe 1990, giornalista pubblicista, collabora con Elzeviro dal 2011, quando la testata ha preso la conformazione attuale. Laurea e master in ambito di scienze politiche e internazionali. Ha vissuto in Palestina, Costa d'Avorio, Tanzania e Tunisia.

Cerca ancora

Macron e il pass vaccinale

Con una mossa controversa e disperata il presidente francese annuncia un provvedimento che, di fatto, …