Home / Affari di Palazzo / Esteri / L’Australia usa il pugno duro contro i clandestini

L’Australia usa il pugno duro contro i clandestini

Condividi quest'articolo su -->
Anche l’Australia ha il problema dei disperati che sbarcano sulle sue coste illegalmente al fine di poter essere mantenuti dai contribuenti australiani ma al contrario dell’Italia il governo australiano ha deciso di usare il pugno duro per stroncare questo fenomeno alla radice.
 
Alcuni giorni fa il primo ministro Kevin Rudd ha dichiarato che ai clandestini che sbarcano in Australia sara’ vietato di rimanere li, ma saranno spediti in Papua Nuova Guinea dove le loro richieste di asilo verranno esaminate.
Se le loro richieste verranno accettate allora potranno rimanere in Papua Nuova Guinea (ma sara’ vietato loro di andare in Australia) altrimenti verranno rispediti al loro paese di origine.
 
Il governo australiano ha deciso questa mossa per togliere a questi immigrati ogni incentivo a pagare grosse somme di denaro agli scafisti e far capire loro che il gioco non vale la candela, l’esatto contrario di quanto stanno facendo la Boldrini e la Kyenge in Italia.
Questo spiega anche perche’ questa storia e’ stata completamente ignorata dai mezzi di informazione.
Giuseppe De Santis
Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Macron e il pass vaccinale

Con una mossa controversa e disperata il presidente francese annuncia un provvedimento che, di fatto, …