Home / Vicolo / Oliviero Toscani querelato da cinque padovani

Oliviero Toscani querelato da cinque padovani

Condividi quest'articolo su -->

PADOVA: – Dopo gli attacchi al sindaco di Padova Massimo Bitonci che “inciampa e basta” e ai suoi elettori “imbecilli e analfabeti”, dopo il botta e risposta con il primo cittadino, terminato con una querela e con il Comune che si era costituito parte civile, ora, ad Oliviero Toscani, vogliono fare causa anche 5 padovani, ritenutisi offesi dalla dichiarazione rilasciata dal fotografo nel corso di un’intervista radiofonica a “La zanzara”, su Radio24.
Queste le parole incriminate: “Poveretti, non è colpa loro se nascono in Veneto – ha detto il fotografo ai microfoni – i veneti sono un popolo di ubriaconi. Alcolizzati atavici, i nonni, i padri, le madri. Basta sentire l’accento veneto: è da ubriachi, da alcolizzati, da ombretta, da vino”. I 5 padovani si sono rivolti all’avvocato Giorgio Destro, ed è già stata fissata la data dell’udienza davanti al giudice di pace, il prossimo 16 aprile. La richiesta è di un risarcimento di 5mila euro per danni morali, ingiuria e diffamazione. Una querela che, se seguita da altre persone, potrebbe trasformarsi in una vera e propria class action. Sull’ennesima “uscita” di Toscani, si è espresso anche il sindaco Bitonci: “Per un pizzico di notorietà, prima ha insultato gratuitamente me – ha commentato – ora ce l’ha con tutti i veneti. Noi come amministrazione comunale abbiamo già provveduto a costituirci parte civile. Vorrei dire a questa persona che la notorietà potrebbe cercarla anche dicendo cose serie”.
Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha subito chiesto le scuse del fotografo, invitandolo a chiarire “eventuali cattive interpretazioni delle sue parole o di cogliere l’occasione per scusarsi immediatamente con 5 milioni di veneti. I veneti – ha detto – conoscono la tolleranza però sanno anche che la libertà di ognuno di noi finisce dove comincia quella degli altri. Per il futuro un consiglio, ripetere spesso un antico adagio veneziano che così recita: ‘prima de parlar tasi'”.
Dal suo canto, il fotografo si è difeso, dicendo che si trattava semplicemente di una “battuta divertente”.  Divertente solo per lui probabilmente. Ed io aggiungo che certe persone prima di parlare farebbero bene a collegare il cervello. Sempre che lo possiedano

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Raggi assolta anche in Appello per falso accusa il Governo di far solo chiacchiere

Pensate che ci sia un solo italiano non pentastellato, uno solo, che dopo la conferma …