Home / In Fuorigioco / La Juve fa quasi festa mentre tra Lazio e Roma continua il testa a testa per la Champion’s

La Juve fa quasi festa mentre tra Lazio e Roma continua il testa a testa per la Champion’s

Condividi quest'articolo su -->

COMMENTO AL CAMPIONATO

 

La capolista si prende altri tre punti con la Fiorentina e domenica potrebbe già festeggiare il suo quarto scudetto consecutivo. Tra le romane è lotta sempre più accesa per il secondo posto con la Lazio che riprende a volare contro il Parma e con la Roma che risponde stendendo il Sassuolo. Nell’anticipo l’Inter batte l’Udinese al Friuli e si riavvicina alla zona Europa League. Il Milan tra i fischi sprofonda in casa contro un super Genoa: per Inzaghi siamo forse ai titoli di coda. Il Verona impone a Marassi il pareggio alla Samp mentre il Toro azzecca la rimonta a Palermo. Ennesimo pareggio per l’Atalanta contro il Cesena, vittoria salvezza per il Chievo contro un Cagliari quasi in B. Stasera il Napoli ad Empoli proverà a seguire a ruota le romane.

 

Non bastano due rigori alla Fiorentina per portarsi via almeno un punto da Torino, la terribile legge dello Juventus Stadium spegne le speranze di aggancio europeo dei Viola e accende per i tifosi bianconeri la fiaccola della veglia…preludio alla grande festa di domenica: a questo punto, Sampdoria permettendo, basterà solo un…punto per il poker di scudetti. Decisivo come spesso gli succede da quando è alla Juve, Tevez confeziona  una doppietta d’autore, strepitoso il secondo goal con uno dei suoi ormai celeberrimi diagonali. La Fiorentina sbaglia il suo…millesimo rigore e le rimane almeno la soddisfazione di avere violato per ben due volte la porta di Buffon che, nello stadio bianconero, è già un’impresa.

Continua l’incredibile testa a testa tra Lazio e Roma, un duello che si preannuncia nelle prossime giornate al calor bianco. La Lazio, grazie ai rientri provvidenziali di Cataldi e Parolo, doma il solito buon Parma degli ultimi tempi. Stupenda la rete del vantaggio biancoceleste ad opera di chi fino a solo due settimane fa era sdraiato a letto con una costola fratturata. Un super Parolo così vale da solo mezza squadra. Se poi ad uno come lui ci aggiungi anche il baby Cataldi in versione regista navigato, il solito eterno e inarrestabile Klose e l’imprendibile stantuffo Candreva i giochi sono fatti e…conclusi. Il Keita sponda laziale fa festa anche lui per il primo goal stagionale in campionato e di questo ringrazia lo stantuffo di cui sopra per il passaggio al bacio che gli permette di mettere il sigillo al poker servito sul tavolo verde dell’Olimpico. Ma ora, dopo i festeggiamenti di rito, bisogna rimboccarsi le maniche perché domenica contro lo zio Edy Reja o si…rifà il secondo posto o si muore di…paura perché Roma e Napoli sono lì rispettivamente a uno e tre metri di distacco.

I giallorossi infatti hanno ripreso a marciare come ad inizio stagione stendendo con un terno secco un Sassuolo sempre più risucchiato nelle sabbie mobili della bassa classifica. Da videoteca il secondo goal di Florenzi che scarta tutto quello che c’e da scartare, entra in area come un fulmine e scaglia un missile che quasi sfonda la porta avversaria. Da calcio a cinque invece il passaggio del ritrovato Gervinho che permette a Pjanic, in versione bel tenebroso, di calare il tris definitivo e bene augurante per la marcia Champion’s. Stesso discorso fatto per la Lazio: vietato festeggiare più di tanto perché domenica ci sarà il Genoa del “mago” Gasper che ha maramaldeggiato contro il diavolo. I grifoni, con una gara tutta in velocità e combattuta a viso aperto, fanno un po’ quello che vogliono contro un Milan ormai allo sbando più totale. Anche qui da sottolineare la splendida rete del vantaggio genoano grazie ad un’azione pirotecnica di Bertolacci che salta mezza difesa rossonera e trafigge l’incolpevole Diego Lopez che riesce in almeno altre tre occasioni a limitare i danni: se non ci fosse stato lui, il povero diavolo alla fine avrebbe potuto forse subire un cappotto di quelli storici. Ora per Gasperini e i suoi ci sarà la classica prova del nove domenica appunto contro la Roma: per Pioli la speranza che il grifone continui a…non fare sconti a nessuno. Per il Milan invece sembra giunta l’ora del redde rationem con Inzaghi ormai in partenza e con Brocchi pronto a prenderne lo scomodo testimone. 

L’Inter, grazie anche al rigore iniziale messo a segno da Icardi, doma l’Udinese a casa sua e si riavvicina al discorso Europa League che, a questo punto, avrebbe le parvenze di un autentico miracolo sportivo in grado di moltiplicare i pochi pani e pesci messi a disposizione del Mancio. Il Verona a Genova mantiene i…Toni alti nella classifica marcatori e si salva insieme ai cugini del…balcone di fronte. La Samp si illude grazie alla splendida rete di De Silvestri ma si fa bucare da un signore di…mezza età ma ancora pienamente…funzionante. Il Toro, dopo i festeggiamenti del dopo derby, per due volte consecutive rimedia al vantaggio del Palermo grazie ai suoi due strangers in the night Bruno Peres e Maxi…bon Lopez e rimane lassù sopra il campo base in attesa di possibili e…magari gratificanti sviluppi. Il Chievo, con il bomber ritrovato Meggiorini, raggiunge la quota salvezza e…la toglie quasi definitivamente al Cagliari che rimane piantato a 24 punti a ben otto dall’Atalanta che, grazie al personalissimo show di Pinilla (Lazio attenta!), si prende un prezioso punto contro il Cesena. Anche per i bianconeri romagnoli stesso discorso dei rossoblu: a tenere in qualche modo in piedi la speranza resta soltanto la matematica. Questa sera contro l’Empoli il Napoli si gioca una bella fetta di Champion’s, se dovesse anche solo pareggiare, tra l’altro con la semifinale di Europa League che bussa alla porta, si farebbe dura…forse troppo per non darsi a questo punto delle doverose priorità. 

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Ronaldo e Pogba senza sponsor sono ragazzi che corrono su un campo di calcio

EURO2020 Ha suscitato scalpore internazionale la conferenza stampa di Cristiano Ronaldo che ha levato un …