Home / In Fuorigioco / Rigorosamente Juve!

Rigorosamente Juve!

Condividi quest'articolo su -->

 

 

La Juventus al primo quarto di Champion’s porta a casa il risultato con una vittoria di misura e di rigore che da fiducia in vista del ritorno a Montecarlo.

 

I bianconeri faticano non poco a domare l’attrezzatissima squadra di Jardim, una squadra che non avrà lo stesso livello tecnico dei campioni d’Italia ma che fa dell’organizzazione tattica la sua arma migliore. I francesi posseggono poi un sistema difensivo assolutamente a prova di goal visto che il loro reparto arretrato è il meno bucato della Ligue 1. La Juve, con Pirlo tornato sul ponte di comando anche se non ancora al pieno della forma, si affida in attacco a Tevez e Morata.

I bianconeri partono subito bene con lo spagnolo che al minuto 5°, su perfetto assist di Pirlo, spara alto a pochi passi dal portiere. Al 6° è il suo compagno di reparto, l’Apache, a provare il primo tiro verso Subasic ma l’estremo monegasco è attento. Il Monaco dimostra subito di non essere venuto per fare la semplice comparsa e due minuti dopo Kurzawa prova a inquadrare la porta di sinistro ma il pallone finisce per sorvolare la traversa. Ancora due minuti dopo Buffon viene chiamato ad uno degli interventi più difficili della serata su Ferreira Carrasco che poco dopo ci riprova riscaldando nuovamente le manone del portierone nazionale. Il pubblico allo Juventus Stadium si rende presto conto che la serata non sarà di quelle trionfali ma densa di lacrime, sangue e sudore: i francesi non sono arrivati ai quarti di Champion’s per puro caso.

La Juve prova a reagire con Tevez che, trovandosi il pallone improvvisamente tra i piedi, calcia ma la potenza bellica è a dir poco fioca e il portiere avversario para senza grandi problemi. Al 32° Carrasco, sempre lui, ci riprova dal limite dell’area ma il suo tiro va fuori. Brivido per la Juve al minuto 38 quando Chiellini dedica un abbraccio poco amichevole a Martial in piena area di rigore ma, grazie al cielo Kralovec si dimostra, forse per onor di bandiera, abbastanza…ceco. L’occasione migliore del primo tempo ce l’ha sui piedi Vidal all’ultimo minuto ma il cileno incredibilmente sciupa mandando alto oltre la traversa.

Nel secondo tempo le cose sembrano non cambiare di molto perché non solo i monegaschi continuano a tenere botta in difesa ma… continuano a provarci pure là davanti e ci vuole sicuramente il miglior Buffon quando al minuto 54° Bernardo Silva, subentrato a Dirar, in contropiede fa venire non pochi brividi al popolo bianconero. Al 55° arriva la svolta…benefica della partita con Morata che viene in qualche modo toccato da Carvalho in area. Per carità a rivederlo il rigore sembra abbastanza discutibile ma…a Carvalho  donato non si guarda assolutamente in bocca specialmente se all’orizzonte c’è la semifinale di Champion’s. Vidal dal dischetto tira di potenza piazzato all’angolo alto alla destra del portiere avversario e porta in vantaggio i suoi. Otto minuti più tardi i francesi cercano di reagire con Kondogbia che impegna Buffon, alla fine risulterà il migliore della partita, nell’ennesima deviazione salva patria. Morata a sua volta fa venire i brividi ai francesi tirando di poco a lato da fuori area al 67°.

Ma la partita non è ancora finita e la Juve dovrà sudare ancora perché al 72° Berbatov, entrato al posto di Raggi, manda di testa fuori di poco mentre quindici minuti dopo è Tevez a mandare il pallone sull’esterno della rete: per l’argentino una partita abbastanza sotto tono. Le ostilità si esauriscono con un sinistro al 91° di Lichtsteiner che Subasic neutralizza facilmente. Al ritorno non sarà facile perché la Juve non dovrà pensare di avere la partita già in tasca perché se è vero che il Monaco dovrà attaccare e di necessità scoprirsi favorendo il gioco bianconero…i cali di tensione saranno sempre in agguato: insomma pensiamo che il peggior nemico della Juve a questo punto non possa che essere la…stessa Juve quindi…occhio alla penna…jeune! Il fo faire beaucoup d’attention! Nel secondo quarto di finale tutto madrileno l’Atletico non va oltre lo zero a zero al Vicente Calderon: ne deduciamo che al ritorno al Bernabeu qualche chance in più il Real dovrebbe averla… Cholo Simeone permettendo. Chissà Juve-Real…la suggestione è forte!

 

Juventus4-3-1-2: Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Vidal, Pirlo (Barzagli), Marchisio, Pereyra (Sturaro), Tevez, Morata (Matri), all. Allegri;

 

Monaco4-2-3-1: Subasic, Fabinho, Carvalho, Abdennour, Kurzawa, Raggi (Berbatov), Kondogbia, Dirar (Bernardo Silva), Moutinho, Ferreira-Carrasco, Martial (Matheus Carvalho), all. Jardim;

 

Arbitro: Kralovec (Repubblica Ceca)

migliore Juve: Buffon 7;
migliore Monaco: Carrasco 6,5. 

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Miracolo al numero 175 di via Druento

COMMENTO AL CAMPIONATO La Juve vince a Bologna e per un pelo ce la fa …