Home / In Fuorigioco / Milan e Lazio i…promossi sposi

Milan e Lazio i…promossi sposi

Condividi quest'articolo su -->

Il Milan e la Lazio guadagnano il passaggio ai quarti della Coppa Italia e si preparano ad affrontarsi nella doppia sfida al calor bianco sia in campionato che in coppa. Il Parma si riaffaccia al calcio che conta spedendo a casa il Cagliari di Zola.

Prepariamoci ad assistere ad un interessante  e stimolante doppio confronto nel giro di pochi giorni tra la squadra di Pioli e quella di Inzaghi. Infatti uno strano scherzo del destino metterà le due formazioni per due volte di seguito, una sorta di partita e rivincita, sia in campionato che in coppa. Il Milan si è infatti liberato della concorrenza del Sassuolo anche se lo ha fatto non senza difficoltà approfittando un po’ della “presupponenza” di Di Francesco che ha rinunciato a mettere in campo la sua formazione migliore, salvo poi ricredersi mandando in campo Zaza e Berardi quando ormai era troppo tardi.

Comunque il duo d’attacco messo in campo da Inzaghi, Pazzini e Cerci, ha dato subito dimostrazione di funzionare alla grande tanto che alla fine del primo tempo il Milan era già in vantaggio grazie ad una splendida azione della coppia con Cerci nelle vesti di assistman e con il Pazzo in quelle di terminale con una delle sue mortifere deviazioni sotto rete. Se aggiungiamo anche un palo dello stesso Cerci ci sono ampie dimostrazioni di come forse il buon Pippo abbia là davanti finalmente trovato la quadra. Nella ripresa il Sassuolo, a cui nel primo tempo era stata negata una rete di Vrsaljko per fuori gioco, ha provato a rimediare e ci sarebbe anche riuscito con il rigore calciato da Sansone se negli ultimi minuti De Jong, raccogliendo una palla indiavolata respinta dalla traversa su gran tiro di Poli, non avesse dato il goal della vittoria ai suoi.

Nel confronto del pomeriggio un bel Parma riesce ad avere ragione del nuovo Cagliari formato Zola grazie ad una rovesciata di Paletta su perfetta punizione battuta da mister Cassano. Nel secondo tempo dopo il momentaneo pareggio ad opera di Sau, il Parma trova il goal vittoria con Rispoli che con un perfetto diagonale infila la rete avversaria. Ora i ducali si preparano ad affrontare la vincente della sfida di stasera tra la Juve e il Verona: e per il Parma potrebbero essere dolori… . Una signora Lazio ha facilmente ragione in un Olimpico granata per…pochi intimi, infreddoliti ma anche incarogniti contro la presidenza Cairo. Non è la Lazio “ufficiale” ma quella in gran parte formata dalle seconde e terze linee, ma tanto basta per aver ragione in modo quasi irriverente di un Toro che dalla cintola in su appare troppo debole per essere…vero.

La prima segnatura è tutta opera di Keita Balde Diao che, viaggiando come un treno sulla corsia sinistra, fa partire un diagonale che va ad insaccarsi all’angolino sinistro della porta difesa da Padelli che riesce appena a sfiorare il pallone. Il due a zero nasce da una splendida azione del baby Cataldi che dalla destra fa partire un preciso assist per la zampa di Klose che trova pane per i suoi denti affamati e porta i suoi sul due a zero, con il Toro a fare da semplice comparsa o, se preferite, da sparring partner. Nel secondo tempo la Lazio sembra di nuovo soffrire della solita indigesta “secondite acuta cronicizzata” perché dopo appena quattro minuti Martinez, approfittando di una delle solite leggendarie dormite della difesa biancoceleste, tira una rasoiata perfetta che non lascia scampo a Berisha. Sembra l’inizio del solito quasi stucchevole ritorno di fiamma degli avversari che dal 0-2 riescono a riacciuffare il 2-2, ma stavolta le seconde linee tengono più dei loro fratelli maggiori  e, grazie ad una…travolgente azione di Padelli su Klose lanciato a rete, si prendono il rigore che viene realizzato da Ledesma e si…prendono anche la superiorità numerica grazie alla conseguente espulsione dello stesso Padelli. Ancora il tempo di vedere Parolo bruciare” in modo maldestro il perfetto assist di Klose e la partita finisce tra i fischi dei pochi granata e gli hurrà degli altrettanto scarsi laziali. La pratica è chiusa e la vittoria è foriera di ben altre sfide: qui, tra Napoli e Milan, è arrivato il momento di giocare finalmente a carte scoperte sperando di…centrare anche un centrale degno di questo nome.

Milan-Sassuolo 2-1

Parma- Cagliari 2-1

Torino- Lazio 1-3

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Miracolo al numero 175 di via Druento

COMMENTO AL CAMPIONATO La Juve vince a Bologna e per un pelo ce la fa …