Home / Altre rubriche / Varie / La legge è uguale per “quasi” tutti

La legge è uguale per “quasi” tutti

Condividi quest'articolo su -->

E così, la Corte Costituzionale ha dato torto a una parte dei dipendenti pubblici, salvando i magistrati.

Accade anche questo, che esista una discriminazione tra dipendenti di uno stesso ente, lo Stato.

Tutti sanno, che i dipendenti pubblici, dal 2010

al 2014, sono soggetti al blocco stipendiale.

Ma non per tutti.

Una sola categoria si è trovata fuori da questa norma, quella dei magistrati.

Infatti, per la Corte Costituzionale è lecita la soppressione dei diritti all’equo e pari trattamento economico, ritenendo legittimo il blocco degli stipendi, anche ai dirigenti, (ai giudici questi aumenti sono concessi) legittimando così, le esigenze di equilibrio di bilancio statale.

Con la sentenza n. 310/2013, la Corte Costituzionale ha dichiarato legittimo il blocco degli stipendi dei dipendenti pubblici.

Ma con questa decisione – commenta Marcello Pacifico, presidente Anief  – , la Corte ha smentito se stessa nel negare la natura contributiva già acclarata del provvedimento normativo. E pur richiamando i ?paletti? entro cui è possibile sospendere e non cancellare i diritti quesiti, ha concluso che sarebbe lecito sospendere definitivamente il diritto alla maturazione dello scatto di stipendio per il quadriennio 2010-2014“.

L?irrecuperabilità, infatti, che non poteva essere ammessa, si è trasformata nelle pagine della Consulta in un valore che preserva l?obiettivo di una realizzata economia di spesa, senza tener alcun conto che il prelievo negato a parole, ma realizzatosi di fatto, ? conclude il sindacalista Anief-Confedir – colpisce soltanto i dipendenti pubblici e non tutti i cittadini“.

Si tratta di una decisione che ha dell’incredibile e che il sindacato Anief contesterà, ricorrendo alla Corte Europea per i Diritti dell?Uomo, per la violazione dei diritti dell?uomo e della contrattazione Speriamo che la CEDU riporti sullo stesso piano di giustizia sociale, dipendenti dello stesso datore di lavoro; lo Stato italiano.

Giuseppe Morello

Credit: www.qtsicilia.it

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Netflix e altri colossi stanno sdoganando la pedofilia?

E se diventasse politicamente corretto, usare l’immagine di una bambina come figura provocatoria e sempre …