Home / Affari di Palazzo / Politica interna / Le parole di Saccomanni

Le parole di Saccomanni

Condividi quest'articolo su -->

Saccomanni farebbe meglio a misurare le sue parole.

Enrico Mentana , in chiusura del TG della 7 (3/12) , dà una notizia che incrementerà polemiche a non finire sul già tanto chiacchierato, nonché pasticcione, ministro dell’economia. In visita negli USA, Saccomanni ha dichiarato al ” Wall Street Journal”, il più importante quotidiano finanziario americano (e del mondo) che “l’uscita di Berlusconi dal parlamento renderà più facili le riforme economiche“.

Il cavaliere dovrebbe chiedergli spiegazioni su questa esternazione e poi renderle pubbliche onde far chiarezza sul personaggio che tiene in mano i conti e i bilanci dello stato. Nell’ottobre 2011, quando Draghi si apprestava a lasciare il suo posto di governatore di Bankitalia per andare a Francoforte come presidente della BCE, Saccomanni (allora direttore) era il preferito da Berlusconi per succedergli, anche se poi la scelta cadde sul suo vice Ignazio Visco.

Che tutti questi ministri dell’economia, o del Tesoro che dir si voglia, (tranne Tremonti) abbiano svolto funzioni di rilievo in Bankitalia è noto, che gira e rigira sulle poltrone di direttore e governatore, si siedano sempre le solite facce, pure. Uno di loro, poi, ha fatto più carriera di tutti . Carlo Azeglio Ciampi (classe 1920), dopo essere stato ministro del Tesoro, governatore della Banca d’Italia, premier (dal 1993 al 1994) e Presidente della Repubblica dal 1999 al 2006, passerà alla storia come colui (che con Prodi) ci ha portati dritti dritti nell’inferno dell’euro.

Nessuno ora conosce le riforme che ha in mente Saccomanni con i “faccendieri” al suo seguito. Di certo le sue parole fanno correre un brivido lungo la schiena.

Da certa gente con le mani in pasta non solo nelle banche, ma altresì nell’alta finanza, nella massoneria deviata, nel gruppo Bilderberg , e che di tutto si occupano fuorché del benessere dei cittadini, ci si può aspettare di tutto. In fondo la politica è un continuo divenire sotto l’egida di un potere che la costituzione non menziona, quello del denaro .

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Tutte le criticità del Green Pass all’italiana

Perché il Green Pass – nella forma italiana – è un’iniziativa inaccettabile e va abrogato? …