Home / Affari di Palazzo (pagina 271)

Affari di Palazzo

I bankster strappano la ricchezza alle nostre famiglie

Esistono degli aspetti e delle conseguenze che questa crisi economica ha creato che pochi o nessuno tendono ad approfondire. Tra questi vi è la perdita reale di ricchezza da parte delle famiglie italiane, dall’altra vi sono i disperati tentativi delle stesse di accaparrarsi in breve tempo denaro liquido svendendo “i …

Leggi tutto »

Il tormentone della legge elettorale

Imporre per legge le donne in parlamento, lo abbiamo già detto, è un’assurdità. Invece di discutere sulla parità di genere, sessismo ed altre corbellerie, sarebbe meglio che si “ripulissero” le liste estromettendo gl “impresentabili”, gli incapaci eccetera, che sono entrati nell’emiciclo con l’intenzione di restarci a lungo.  Margaret Thatcher ha governato …

Leggi tutto »

Boldrini nonsense (VIDEO)

Il presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, intervistata da Lucia Annunziata sulle quote rosa (respinte in parlamento) ci offre un dato statistico di importanza rilevante, forse sconosciuto al grande pubblico. Grazie per avere ancora una volta edotto il pubblico ignorante, onorevole Boldrini. Inutile rilevare, crediamo, il pensiero sulle quote …

Leggi tutto »

Caro Matteo…

Visto che hai preso gusto a viaggiare da nord a sud per cambiare l’Italia visitando le scuole elementari, a noi ha fatto molto piacere vederti rilassato, sicuro e sorridente, nello studio di Fabio Fazio (9/3) dopo essere stato presente al tuo primo vertice europeo a Bruxelles .  Fra le tante …

Leggi tutto »

Italicum: ennesima promessa al vento del premier Renzi

RENZI PAROLAIO – “Domani si chiude”, diceva ieri sera Matteo Renzi nel programma di Fabio Fazio trattando lo scottante tema della legge elettorale. E domani è oggi, però l’Italicum è stato bloccato a Palazzo Montecitorio da una Camera tutt’altro che coesa nel licenziare questo provvedimento prodotto da politici nominati e non eletti, …

Leggi tutto »

L’Italia schiava

L’Italia paga un pesante contributo per partecipare alla UE, senza ricevere in cambio il giusto. E come se non bastasse, deve sottostare ai diktat assurdi e chinare la schiena per farsi perdonare da funzionari nominati dai banchieri, che per il loro tornaconto in soldoni hanno creato da quest’accozzaglia di stati …

Leggi tutto »

The Renzi’s pride

L’orgoglio, al suo primo vertice europeo, Matteo Renzi l’ha tirato fuori tutto. Ha puntato i piedi con giovanile baldanza, ma gli sgambetti lo attendono al varco dietro l’angolo. Molta, troppa carne al fuoco, e le risorse poche. La Ue ha già fatto sapere che non è possibile contare sui contributi …

Leggi tutto »

I carnefici della crisi

Di fronte a certi numeri non si può più dare la colpa alla crisi, termine talmente impersonale da pensare che possa essere stato studiato appositamente al riparo tutti quanti da eventuali responsabilità. Parlo delle più delle 110 000 imprese che sono state cancellate nel corso del 2013, qualche politico tentando di salvarsi in calcio d’angolo …

Leggi tutto »