Home / Affari di Palazzo / Esteri / Le assurde adozioni in Congo e le associazioni “avventuriere”

Le assurde adozioni in Congo e le associazioni “avventuriere”

Condividi quest'articolo su -->

“La nostra Commissione per le Adozioni Internazionali ha il compito, fra l?altro, di certificare l?idoneità delle associazioni che offrono assistenza alle coppie desiderose di adottare un bambino straniero. Un?associazione che coinvolga una coppia nell?adozione di un bambino in uno Stato che non ha aderito alla convenzione dell?Aja (o che non abbia almeno sottoscritto un trattato bilaterale con l?Italia) compie un atto temerario, assai rischioso sia per i bambini che per gli aspiranti genitori. Una simile associazione dovrebbe essere automaticamente dichiarata NON IDONEA.Tutto il resto sono furberie italiote, perpetrate da associazioni avventuriere con l?avallo di politicanti irresponsabili.” Lo dice Leopoldo Salmaso, specialista in Sanità pubblica, cooperante con la Tanzania in tema di adozioni dagli anni ’70, sul sito-giornale di Grillo.

Avrebbe pertanto senso, considerato il parere dell’esperto, evitare di impelagarsi in avventure di adozione in paesi che non hanno firmato la Convenzione dell’Aja, poiché il tutto si presta ad enormi pericoli. In Congo, ad esempio, dove sono tuttora trattenuti dei signori che avrebbero voluto adottare dei bambini, il concetto di famiglia si allarga non solo alla famiglia allargata, bensì anche alla tribù e per estensione alla nazione intera. E’ concepibile pertanto che le associazioni italiane che conferiscono le adozioni in quel paese intrallazzino in modo sospetto con giudici locali che, forse unti a dovere, sono pronti a concedere l’adozione di un orfano scontentando però una famiglia allargata e rischiando che un giorno si presentino alla porta europea dell’adottato eventuali zii che, aizzati dagli avvocati predoni, richiedano paternità o denaro sonante per tornare in patria.

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La vergognosa fuga americana dall’Afghanistan

Per vent’anni, Bagram è stata la più importante base militare aerea USA in Afghanistan. Gli …