Home / Vicolo / Green Pea: il nuovo centro commerciale ecosostenibile a Torino

Green Pea: il nuovo centro commerciale ecosostenibile a Torino

Per l’estate dell’anno nuovo, Torino aprirà Green Pea, il primo centro commerciale ecosostenibile che si troverà nelle vicinanze della zona Lingotto, accanto ad Eataly.

Il primo punto vendita della nuova azienda eco made in Italy di Oscar Farinetti, imprenditore e proprietario di Eataly ed Unieuro, verrà inaugurato il 31 Agosto

Farinetti non vede l’ora di lanciare questo suo nuovo progetto dedicato all’eco sostenibilità, all’interno del centro commerciale saranno presenti prodotti per la casa, mobili e capi d’abbigliamento solamente ecologici fatti di materiali sostenibili per il rispetto dell’ambiente. Nel parcheggio riservato ai clienti Eataly e del centro commerciale 8 Gallery del Lingotto ci sarà anche spazio per delle colonnine di ricarica Enel X.

Green Pea sarà molto grande con una superficie di 10mila e 500 metri quadrati sviluppato su quattro piani di vendita: al piano terreno venderà Iren, partner del progetto, l’energia eolica e solare accompagnato con Tim che proporrà telefoni ricondizionati. Il primo piano sarà dedicato all’arredamento con mobili solamente realizzati in legno, il secondo per l’abbigliamento con abiti di cotone bio, plastiche riciclate e lana, il terzo e quarto piano saranno dedicati al relax con vari ristoranti e librerie. L’idea di Farinetti è quella di potere successivamente espandere la vendita anche di auto elettriche e scooter elettrici. Il tetto sarà utilizzato sempre per l’ozio e comprenderà una piscina, una sauna, un bagno turco e delle piccole terme con l’aggiunta di un cocktail bar.

La struttura sarà in legno alimentata da geotermia e pannelli fotovoltaici, sulle pareti esterne crescerà un bosco di alberi con piante tutte presenti in Italia ed il pavimento è stato realizzato per accumulare energia per ogni passo che si farà all’interno della struttura prodotta appunto dal passaggio dei clienti e visitatori.

Come per Eataly, ormai conosciuto in tutto il mondo, se il progetto torinese avrà buon esito l’idea è quella di fare approdare la futura catena Green Pea anche in altri Paesi come negli Stati Uniti e Cina.

Leggi anche:

Torino e Milano ancora le città più inquinate d’Italia

Di Giada Cassibba

Avatar
Nata nel 1999. Si diploma in informatica. Ora studia ICT all'Università di Torino.

Cerca ancora

Greta Thunberg arriva a Torino

La giovane attivista svedese Greta Thunberg ha annunciato su Twitter che Venerdì 13 Dicembre sarà …