Home / Vicolo / Lobbies torinesi arroganti, anacronistiche… comiche!

Lobbies torinesi arroganti, anacronistiche… comiche!

La pagina “Chiara Appendino che fa cose” è stata citata da La Stampa quando aveva una cosa come mille like e la sindaca era stata eletta da una manciata di giorni. Mille like, cioé quelli che ottieni con 20 € di campagna di fb, senza contare l’argomento all’epoca sulla cresta dell’onda che ne ha aumentato la diffusione, comunque piuttosto ridotta ancor’oggi. Facile dunque capire il genere di persona che l’amministra. Se dovessi sbilanciarmi penso che si tratti non di un simpatizzante, ma proprio di un “giornalista” de La Stampa. Lo stesso giornale che pubblica studi assurdi, in momenti di smog emergenziale con blocco delle auto, su come l’inquinamento delle vetture a motore non sia rilevante per le polveri sottili, rispetto al riscaldamento urbano. Uno studio, peraltro, che non prende in considerazione Torino e che contempla invece altri centri tra cui una città marittima come Genova… quel tantino diversa. Peraltro finché l’amministrazione era di un certo segno il medesimo giornale non mancava di ribadire ad ogni pié sospinto la particolare posizione di conca che favorirebbe, sopra tutto, lo stagnamento dello smog in Torino. La Busiarda, la chiamano. Si suppone, avendo riguardo alla linea editoriale, gestista da amici del gruppo di potere che ha amministrato ed insozzato, finanziariamente, istituzionalmente e, appunto, nell’aere la nostra città super gommata, dove l’utilizzo medio dell’automobile è per cinquecento metri di tragitto per die pro capite. Arroganza anacronistica e ormai ai limiti del comico da parte del giornale dei forbiti El Can (o come si scrive), che tanto si spendono per la cultura e per l’utilizzo dell’automobile, chissà perché poi…

Di Federico Altea

Avatar

Cerca ancora

Salone del Libro: perché riservare uno stand agli Emirati Arabi?

La 32esima edizione del Salone del Libro di Torino sta catalizzando l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale …