Home / Vicolo / Padova, famiglia romena sgomberata e rimpatriata con il fondo Bitonci

Padova, famiglia romena sgomberata e rimpatriata con il fondo Bitonci

PADOVA – Martedì mattina, all’alba, la Polizia Locale di padova ha svolto un blitz in Via nereo Rocco, di fronte al nuovo Palaindoor in città, dove sono stati sgomberati alcuni vecchi container in disuso, occupati abusivamente da cinque romeni, di cui tre minorenni, di 6, 11 e 16 anni.

L’operazione, svolta a seguito di alcune segnalazioni di residenti,  è scattata alle 6. Il nucleo familiare, dedito ad attività di accattonaggio, è stato accompagnato al settore Servizi sociali della polizia locale.

I cinque saranno rimpatriati nelle prossime ore con il fondo creato appositamente dal sindaco Massimo Bitonci, che dichiara che “Si è evidenziata l’opportunità, per i cinque romeni, di tornare in patria, dove avrebbero un’abitazione e numerosi parenti disposti ad accoglierli. In Italia non hanno trovato fortuna: dopo un periodo di lavoro a Rosarno, in Calabria, dove la falegnameria per cui prestavano servizio sarebbe stata chiusa per infiltrazioni mafiose, i due genitori sarebbero venuti a Padova con i figli, in cerca di un nuovo lavoro.”

“Un lavoro che manca anche per i nostri concittadini, ha aggiunto Bitonci, tanto che i cinque hanno cominciato a dedicarsi all’accattonaggio. Con il fondo alimentato da donazioni di sindaco e assessori rimpatriamo altre cinque persone che da alcune settimane vivevano di stenti nella nostra città. Storie come quella di questa famiglia non lasciano indifferenti e ci feriscono ma ribadiamo tuttavia che la soluzione, soprattutto per il benessere dei tre minori, non può essere un’accoglienza emotiva, fatta di piccole elemosine e un sostanziale disimpegno”.

L’area ove si trovava la famiglia romena risulta essere in comproprietà tra una ditta in attività ed una in liquidazione e concordato preventivo. Per questo motivo, appena ultimato lo sgombero, la proprietà ha provveduto a sigillare l’accesso ai container e nei prossimi giorni, non appena avuto il nulla osta dal giudice che segue la liquidazione, si provvederà allo smaltimento dei manufatti ed al completo sfalcio dell’erba.

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Revisionismo: o tutto o niente. E comunque non sul suolo pubblico

Il comune di Torino ha accordato la concessione di uno spazio pubblico ad Eric Gobetti, …