Home / Vicolo / “Gli immigrati affamano gli italiani!”, ragazza sospesa da scuola

“Gli immigrati affamano gli italiani!”, ragazza sospesa da scuola

ADRIA – Sospensione. La più brutta sanzione scolastica, spesso preludio della bocciatura. Comminata nella maggior parte dei casi per aver fumato, magari spinelli, nell’edificio scolastico, o per avere insultato professori, o per essersi resi colpevoli di reati come il furto entro l’istituto. In un liceo di Adria, però, una ragazza è stata sospesa per le sue idee e la sua foga oratoria che non le ha fatto piegare la testa in un incontro organizzato nella scuola con i volontari della Caritas.

“Gli immigrati affamano gli italiani. Fanno morire di fame chi è nato in Italia”. Sono queste le parole che non sono andate a genio né ai relatori del convegno, che stavano parlando proprio di temi come integrazione e povertà emergenti, né tanto meno ai dirigenti scolastici.

Il Corsera ha riportato come sarebbero stati inutili i tentativi di dialogo con la ragazza: il relatore sarebbe stato travolto dalla foga oratoria della studentessa, che ha seguitato a snocciolare le sue tesi, male accolte. 
La sanzione che è stata presa è quella della sospensione di più giorni. Per chi scrive la ragazza si meriterebbe viceversa un 10 in condotta ed educazione civica, giacché ella, forse, ha un concetto più compiuto di “civiltà” rispetto al personale docente sanzionatore.

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Revisionismo: o tutto o niente. E comunque non sul suolo pubblico

Il comune di Torino ha accordato la concessione di uno spazio pubblico ad Eric Gobetti, …