Home / Vicolo / Profughi. Altri arrivi a Padova

Profughi. Altri arrivi a Padova

PADOVA – Sono in totale  80 le unità dei profughi assegnati a Padova. Sono previsti 25 nuovi arrivi già nelle prossime ore. Intanto cresce in città l’allarme “case private“.

Il Sindaco di Padova Massimo Bitonci è in prima linea contro l’assegnazione delle case private ai profughi. La  settimana scorsa, dopo un sopralluogo in corso Milano (dove già sono stati ospitati alcuni immigrati), aveva annunciato una raccolta firme contro una gestione dell’emergenza ritenuta “sbagliata” e “assurda”.

Intanto la prefettura di Venezia ha comunicato la ripartizione in Veneto dei 113 migranti trasferiti nelle scorse ore in regione. A Padova sono destinati 15 profughi. La stessa quota è stata assegnata a Verona. A Treviso arriveranno 26 persone, a Venezia 23, a Vicenza 20, a Belluno 10 e a Rovigo 4. Per quanto riguarda gli 80 migranti per ciascuna delle 7 province assegnati lo scorso 4 maggio dal ministero dell’Interno (560 persone in tutto il Veneto), i primi 50 potrebbero arrivare già mercoledì. Di questi, 10 saranno accolti a Padova, altrettanti a Verona, 12 a Treviso, 11 a Venezia, 7 a Vicenza.

intanto il leader della Lega Nord Matteo Salvini provoca: “Padovani volete un tetto? Chiamate in prefettura”. Avrà ragione? Vedendo come vanno le cose sembrerebbe di si.

Già 800 firme in questi giorni sono state raccolte da Massimiliano Pellizzari, presidente dell’Associazione commercianti del centro, contro l’assegnazione delle case private ai profughi.  Si uniranno a quelle di commercianti e residenti che aderiranno alla petizione martedì, durante l’incontro con il sindaco, dalle 15 alle 19, nella sala Caduti di Nassirya di piazza Capitaniato.

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Tornano i Torino Digital Days

Dopo l’edizione del 2019 che ha avuto un gran successo, ritornano i Torino Digital Days …