Home / Vicolo / Imbrattano i muri: il Comune li appoggia e li chiama artisti

Imbrattano i muri: il Comune li appoggia e li chiama artisti

Condividi quest'articolo su -->

TORINO – Le maggiori civiltà nella storia sono anche quelle che hanno esibito agli occhi di noi tutti la massima espressione artistica, il gesto geniale che raccoglie in sè estro estetico e sublime.

Questi canoni permettono altresì di comprendere quanto l’attuale espressione “artistica” sia sintomo di una brutale decadenza della civiltà.

Un articolo odierno de “La Stampa” descrive la carriera e le opere, se così possiamo chiamarle, di due personaggi, tali Corn79 e MrFijodor, con toni di solenne ammirazione, dando per scontato il loro essere “artisti” e chiamandoli così per tutta la lunghezza dell’articolo.

I torinesi ,che secondo la Stampa “ben conoscono le opere dei due”, ma secondo noi no, potranno osservare la “massima espressione artistica” dei due artisti un po’ latenti, sulla facciata alta di Palazzo Nuovo. Il disegno sulla facciata vien chiamato “opera d’arte”, ma in esso ,che qua vi riproponiamo, non ravvisiamo alcuna caratteristica che possa farle guadagnare quel grado tanto ambito e ultimamente regalato.

Manca il senso d’evasione, l’estro, la contestualizzazione nell’ambiente in cui è stata fatta, il genio e infine l’epicità.

E sì perchè l’opera d’arte deve rappresentare un gesto coraggioso e il coraggio non può prescindere dall’epicità dell’atto. Difficile trovare dell’epica nella raffigurazione di una pioggia colorata.

I due graffitari si stanno godendo ora un bel tour in Brasile per rappresentare l’Italia nell’ambito del progetto “Momento Italia-Brasile 2011-2012”.

E’ evidente che il lavoro di Corn e Fijodor è molto apprezzato in Brasile, per fortuna in Italia un po’ meno.

Ricordiamo ai coraggiosi intraprendenti in un periodo decadente la carriera artistica che l’Arte è anche figlia della tradizione culturale del Paese in cui essa viene fatta: abbiamo spunti del calibro di Michelangelo, Donatello e Leonardo, perché andarsi a impelagare nella grottesca rappresentazione di un nulla squallido e neanche così piacevole a vedersi?

di Gabriele Tebaldi

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Gli italiani che odiano i runners sono solo tanti piccoli Fantozzi

L’odio che si è scatenato contro gli sportivi (chiamati inspiegabilmente “runners“) ricorda molto da vicino …