Home / In Fuorigioco / Milano e Roma over the top

Milano e Roma over the top

Condividi quest'articolo su -->

COMMENTO AL CAMPIONATO

Le due romane e le due milanesi guardano tutti dall’alto in basso. Lazio a valanga contro lo Spezia, Roma idem con la Salernitana, mentre Inter e Milan liquidano le pratiche con il Cagliari e il Verona.

Il Napoli rimane attaccato alla carrozza di testa vincendo con fatica contro il Genoa a Marassi. Atalanta fermata sul pari da un ottimo Bologna. Udinese facile contro il Venezia, pari a reti inviolate tra Sassuolo e Samp. La Fiorentina vince in casa contro il Toro. Impresa storica dell’Empoli che sbanca l’Allianz Stadium. 

Dopo due giornate sono cinque le squadre a punteggio pieno. Su tutte la Lazio di Sarri che mette al tappeto lo Spezia con un punteggio tennistico. Tripletta di Immobile che ora è pure capocannoniere della serie A con quattro reti all’attivo. Il gioco di Sarri incomincia a vedersi, quello che non si vede ancora è il tempismo di una società che si riduce all’ultimo momento con l’acqua alla gola sperando che non si rompa una stampante all’ultimo minuto o che non manchi la corrente perché se no buona notte ai suonatori. Sarebbe un peccato mortale con un allenatore così e con un mercato finora più che sufficiente riuscire nell’impresa di non investire i soldi appena incassati dalla cessione del Tucu.

Sull’altro fronte del Tevere la Roma di Mourinho

liquida senza grosse difficoltà una Salernitana che forse non è all’altezza dell’attuale campionato di serie A. Il nuovo tecnico giallorosso è bravissimo a plasmare i giocatori e ad esaltare le doti dell’organico che ha. Vedremo se le rose fioriranno. Così come l’Inter che nonostante le fior di cessioni fatte riesce grazie anche alla sagacia tattica di Simon mago, a sfruttare tutti il potenziale che ha. A farne le spese questa volta è il Verona.

Il Milan è forse la squadra attualmente meglio assemblata anche se il Cagliari non è parsa squadra all’altezza. Con una squadra così a…pieni Giroud…sognare non è peccato. Il Napoli invece piano piano continua ad avanzare con vittorie non altisonanti ma che portano i tre punti, se non lotteranno per lo scudetto di sicuro per la Champion’s loro ci sono. Comunque tra le cinque di testa sembra quella che ha speso meno energie psicofisiche, una cosa da non sottovalutare.

Anche l’Atalanta il suo cammino lo sta comunque facendo

anche se per una volta ha dovuto marcare mezza visita…non tutte le ciambelle escono infatti con il buco all’ultimo minuto. Bravo il Bologna a tenere duro anche quando proprio non ne aveva più, i bergamaschi rimangono ancora una delle candidate non solo per la Champion’s ma anche per qualcos’altro che al momento non è neanche nominabile.  L’Udinese vincendo con il Venezia si prenota per un viaggio all’insegna della tranquillità così come il Sassuolo che pareggia con la Samp dopo la vittoria iniziale.

La Fiorentina si prende i suoi primi tre punti con un Toro che dovrà mangiare molta polvere dopo un mercato non proprio all’insegna della qualità. La Juve si accorge all’improvviso che senza Ronaldo non c’è nessuno che la butti dentro. Un problema non da poco visto il misero punticino fin qui accumulato invece dei sei previsti. Un handicap mica da ridere perché rimontare cinque punti alle prime in serie A non è facile né scontato. Soprattutto perché Ronaldo non c’è più ora e non ci sarà anche ad aprile e maggio: i tifosi bianconeri si dovranno mettere l’animo in pace perché i miracoli sportivi non sempre si ripetono. Miracolo che illumina d’immenso invece l’Empoli proletario che ha giocato a Torino la partita della vita così come dovrebbero fare anche le altre squadre di provincia…cosa che non sempre succede…anzi quasi mai.

Condividi quest'articolo su -->

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Vedi il Napoli e poi muori…d’invidia

COMMENTO AL CAMPIONATO Il Napoli trova la quaterna alla Dacia Arena e ora guarda tutti …