Home / In Fuorigioco / Cristiano Ronaldo, ma dove vai?

Cristiano Ronaldo, ma dove vai?

Insomma, CR7, al secolo Cristiano Ronaldo, è diventato juventino. Per noi romanE di Roma, niente di peggio, che vedere un pezzo di f…..anciullo come lui con la maglia più odiata.

Se Lotito non fosse stato quello che è, cioè un tirchio senza pari, magari avremmo perdonato al portoghese di indossare la maglia bianco-celeste e avremmo fatto una capatina a Formello a fare qualche foto e magari, con una bella botta di didietro, pure un selfie per far rosicare la collega, la suocera, la parrucchiera e pure la cassiera della Conad.

E invece nulla, eccolo lì, bello, alto, ricco, famoso, se ne va a Torino, in una città fredda, buia, piovosa, con i negozi che chiudono alle 18.00 dove la gente cena alle 19.00.

Non solo se ne va a Torino, che magari è pure una bella città, con il Museo Egizio, i caffè come di tradizione, la Fiat, il lustro della famiglia Agnelli, i Savoia….non basta questo, Cristiano Ronaldo se ne va alla Juventus. La squadra che tutti ma proprio tutti – tifosi esclusi – odiano: perchè rubano le partite, perchè tanto in Europa non hanno mai vinto un tubo, perchè è di quegli scrocconi degli Agnelli a cui lo Stato ha regalato milioni di aiuti ed ecco come ci siamo ridotti. Sulla rete sono fioccati già i primi “meme”: da Osho a Baby George le azioni di CR7 volano altissime. Pure la Consob se ne è accorta e le è toccato intervenire: basta con questo Cristiano Ronaldo che altrimenti, come si dice a Roma, famo il botto.

Jorge Mendes, il suo fantascientifico procuratore, ha impicciato e imbrogliato per spillare ai pollastri juventini una montagna di soldi “che poi, ormai, CR7 è finito, l’hanno spremuto per benino, che vuoi che faccia?” così sentenziano gli anziani al bar di fronte al mio Studio. Dopo aver lasciato le panchine degli allenatori dopo la non qualificazione dell’Italia ai Mondiali, sono diventati tutti procuratori stellati con il fiuto di uno Sherlock Holmes. 

“Io, tutti quei soldi per Cristiano Ronaldo non ce li avrei spesi. Ha già 33 anni….” lo diceva stamattina il giornalaio vicino casa. Non sarà che quel “tutti quei soldi” sono farciti di un pizzico di invidia? Pensa che colpo CR7 con la maglia giallo-rossa, che si allena a Trigoria, che esulta sotto la Curva Sud, che risiede in una mega villa all’Axa!

No, non sarebbe stato un colpo, perchè noi romanE di Roma abbiamo un solo “CR7” nei nostri cuori ed è l’ottavo Re di Roma, Capitan Totti.

Perchè diciamocelo: CR7 sarà pure bello, ricco, famoso, “fescion” ma anche bello antipatichello, uno di quelli che sì, fa beneficenza, gioca a pallone con i bambini sulla spiaggia, ma poi se la tira una cifra. Il portoghese che fa “Casa Vianello” con la compagna, la modella Georgina Rodriguez, che litiga con le lenzuola e dice “che noia che barba, che barba che noia ce lo vedete? Ma de chè, dicono a Roma.

Caro Cristiano, amici torinesi e juventini, si scherza, non me ne vogliate. E’ che in questa estate dove le navi di gente disperata viene abbandonata in mezzo al mare, dodici ragazzini hanno rischiato di rimanere sepolti vivi in una grotta, Savona che polemizza su un’eventuale uscita dell’Italia dalla Eurozona, abbiamo tutti bisogno di un sorriso. E magari di una bella passeggiata a Torino….fosse mai che lo becchiamo per davvero ‘sto Cristiano Ronaldo!

Di Ilaria Riggio Lopane

Cerca ancora

La Juve si prende un pit stop

COMMENTO AL CAMPIONATO La capolista si fa imporre il pari in casa da uno spavaldo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × tre =