Home / In Fuorigioco / Napoli e Lazio missione compiuta, Fiorentina serve un punto

Napoli e Lazio missione compiuta, Fiorentina serve un punto

 

 

L’Europa League continua a sorridere alle nostre squadre. Il Napoli a Bruges, in uno stadio desertificato per motivi di sicurezza, coglie la sua quinta vittoria consecutiva in Europa con uno score pazzesco di 17 goal fatti e appena uno subito. In tutto il torneo l’unica squadra che gli tiene dietro a livello di punteggio è proprio la Lazio con 13 punti. La squadra di Sarri, nonostante l’ampio turn over saggiamente applicato dal mister, coglie l’ennesima vittoria al minuto 41 con Chiriches che, in versione bomber, si scaraventa letteralmente sul cross dalla bandierina di Valdifiori per quello che sarà il vantaggio definitivo. Nel secondo tempo il punteggio avrebbe potuto essere anche più sostanzioso ma un volo di Bruzzese nega ai partenopei la gioia di un meritato raddoppio. Napoli ai sedicesimi ma quello che conta ora è l’imminente sfida scudetto con la banda del Mancio e…sarà tutta un’altra musica.

La Lazio, seconda in Europa ma assai male in arnese in campionato, scaccia per ora le streghe della crisi e porta a casa contro i modesti ucraini il pass per il turno successivo ma soprattutto la testa (di serie) del suo girone. La partita, giocata in un Olimpico sempre più fantasma, appena tremila spettatori, per la verità ha riproposto quasi gli stessi problemi manifestati nelle ultime disgraziate giornate con un centro campo privo di idee e di slanci, un attacco asfittico e una difesa mai padrona della situazione. C’è da ringraziare che il Dnipro non è più la squadra che l’anno scorso era riuscita ad arrivare in finale: allo stato attuale la pur volenterosa squadra ucraina potrebbe essere paragonata ad una nostra squadra di serie B e neanche delle prime.

La Lazio confeziona il triplete nelle uniche occasioni da goal create in tutta la partita. Il Dnipro riesce solo a pareggiare momentaneamente grazie alla solita ricorrente amnesia colossale di una difesa da Lega Pro. Per il resto si conferma lo stato lontano da ogni grazia di un Klose sempre più avviato verso un decoroso prepensionamento, l’ingresso di Milinkovic darà almeno un po’ più di dinamismo, mentre Matri, nonostante si dia da fare come un matto, non riesce a creare granché. Djordjevic entrato al suo posto a venti minuti dal termine,, riuscirà nell’unica occasione capitatagli a girare in rete per il definitivo 3-1. Durante la partita si assiste poi a qualche sprazzo di Candreva, suo il primo goal sull’uscita del portiere, e alla lenta rimaterializzazione di Parolo che riporta in vantaggio la squadra dopo il pareggio ucraino grazie ad un suo tiro deviato provvidenzialmente da un difensore di bianco vestito. Di certo non si è trattato di un trionfo e domenica ci sarà in agguato l’Empoli nella sua temibile tana e sarà tutta un’altra recita ma se la Lazio continua ad essere a grandi linee questa…prepariamoci ad usare il pallottoliere.

La Fiorentina nell’ostico campo di un signor Basilea va in doppio vantaggio grazie al bomber di casa Bernardeschi ma si fa incredibilmente raggiungere: pesanti le responsabilità di Roncaglia, al suo ritorno da titolare, che si fa cacciare al 26° costringendo i suoi a soffrire per due terzi dell’incontro. Suchy ed Elneny con i lor goal tengono il Basilea in testa al girone e rendono la vita dei viola più complicata del previsto: ora in casa la Fiorentina dovrà almeno prendere un punto contro i portoghesi del Belenenses che hanno pareggiato con i polacchi e insieme a questi sono a due punti dai viola. Tutto quindi può ancora succedere…anche di rimanere fuori dai giochi.

 

 

Bruges-Napoli 0-1

Lazio- Dnipro 3-1

Basilea-Fiorentina 2-2

Di Roberto Crudelini

Roberto Crudelini
Nato nel 1957. Laureato in Giurisprudenza, ha collaborato con Radio Blu Sat 2000 come autore e sceneggiatore dei Giornali Radio Storici, ha pubblicato "Figli di una lupa minore" con Rubettino, "Veni, vidi, vici" e "Buona notte ai senatori" con Europa Edizioni e "Dai fasti dell' impero all'impero nefasto" con CET: Casa Editrice Torinese. Collabora con Elzeviro.eu fin dalla sua fondazione, nel 2011.

Cerca ancora

Juve prima, Lazio (forse) seconda

COMMENTO AL CAMPIONATO La Juve riesce a fatica a battere la resistenza di un ottimo …