Home / Altre rubriche / Kirche und Welt / L’inchiesta su Medjugorje, in attesa del giudizio del Papa

L’inchiesta su Medjugorje, in attesa del giudizio del Papa

Papa Francesco ha parlato della possibilità che il sito delle presunte apparizioni mariane a Medjugorje possa diventare un Santuario concedendosi ulteriore tempo per valutare la vicenda nel suo complesso, dando così la guida a milioni di pellegrini.

Per ora il vescovo che si occupa del luogo-culto è il vescovo di Mostar, che è pastore delle centomila anime di una città a km, e non sarebbe, dunque nella possibilità di gestire i milioni di pellegrini che si recano in terra bosniaca nei luoghi delle apparizioni.

Intanto però il pontefice ha presenziato ad un incontro con il vescovo di Praga in Polonia (una frazione del comune di Varsavia), Monsignor Henryk Hoser, affibbiandogli l’oneroso compito di nel famoso borgo dell’Erzegovina in qualità di inviato speciale della Santa Sede. La Segreteria di Stato vaticana ha chiarito che la Santa sede avrebbe intenzione di acquisire maggiori informazioni in merito alla situazione pastorale di quella realtà e sulle esigenze dei fedeli per “suggerire eventuali iniziative” future.

Marco Paganelli, l’autore del libro Medjugorje, l’inchiesta: aspettando il giudizio di Papa Francesco (Echos Edizioni), ritiene una parziale apertura la condotta del Vaticano, così commentando:

“La decisione di Papa Bergoglio è importante in quanto mette a tacere voci maligne di stampa inerenti a sue presunte dichiarazioni ostili nei confronti del fenomeno Medjugorje. Era impensabile, così come hanno sottolineato molti intervistati nella mia inchiesta giornalistica, una condanna dei sei veggenti perché quella località continua a generare molti frutti”.

L’editore di Echos, Marco Ronco, sulla stessa linea, aggiunge:

“La nostra casa editrice Echos, che è laica, ha pubblicato questa inchiesta giornalistica in quanto le mariofanie di Medjugorje hanno mosso, in trent’anni, oltre trenta milioni di persone credenti e scettiche. Non possiamo non tenerne conto”.

Un altro membro della casa editrice, nonché collaboratore di Elzeviro, il responsabile comunicazione della Echos Marco Margrita ricorda poi:

“Medjugorje lascia aperti molti quesiti che Papa Francesco sta valutando per poi pronunciarsi. Il libro scritto da Marco Paganelli aiuta a chiarirli tramite una evidente rigorosità data dalle fonti citate nel testo”.

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

L’improbabile metafora di Repubblica tra il rogo di Notre Dame e il sovranismo

Sul tragico incendio della cattedrale parigina si potevano scrivere fiumi di inchiostro. Eppure, nella sede …