Home / Altre rubriche / Kirche und Welt / Lettori spaccati a metà sul celibato dei sacerdoti

Lettori spaccati a metà sul celibato dei sacerdoti

Prendendo spunto dal recente fatto di cronaca, Elzeviro.eu ha lanciato, sui suoi canali social, un sondaggio. Decine di lettori hanno voluto partecipare. Quello che oltremodo ha sorpreso la redazione è la netta spaccatura nelle risposte, tra i favorevoli e i contrari.

L’esito del sondaggio, infatti, rimarca un nettissimo 50% delle risposte a favore dell’abbandono del celibato da parte dei preti, mentre l’altra metà propende per la conservazione di tale istituto nella Chiesa cattolica, la religione più diffusa del paese.

Il fatto che ha suscitato il quesito è l’abbandono della tonaca, da parte di un prelato, per amore di una donna. Certo non si trattava del primo caso del genere, ma la notizia ha suscitato un certo scalpore in quel di Cerano, in provincia di Novara.

Il vescovo di Novara, Franco Brambilla in persona, ha comunicato ai fedeli la decisione del parroco del paese.

Il parroco di Cerano, don Federico Sorrenti, ha deciso di non continuare il suo esercizio sacerdotale.

Don Federico già nelle ultime settimane aveva avuto dei colloqui con il vescovo, al quale aveva dichiarato il fatto

di essersi innamorato, nel corso dell’ultimo anno, di una donna e di aver maturato la scelta, molto sofferta, di voler costruire una famiglia e imboccare un nuovo percorso di vita.

Il vescovo ha voluto, nel corso della sua comunicazione ai fedeli, evidenziare le conseguenze – per la Chiesa e per l’ex prete – della scelta sofferta, dolorosa, ma comunque da rispettare per la sua correttezza:

il rammarico e il dolore per la scelta di don Federico, anche per il bene che ha fatto nel suo intero percorso sacerdotale. Una scelta dirompente e di impatto, che crea sofferenza nella nostra Chiesa e a tutti voi. Ma dobbiamo rispettare la sua decisione, riconoscendone la correttezza.


Di fronte a tale fatto di cronaca, abbiamo voluto porre una domanda ai nostri lettori. Abbiamo chiesto se secondo loro abbia
 ancora senso, oggi, il celibato nel sacerdozio? Considerato anche poi come la chiesa protestante l’abbia abbandonato da ormai centinaia di anni.

Alcuni interessanti commenti forniti dai nostri lettori hanno abbracciato entrambe le tesi:

Secondo Bianca
il celibato dei sacerdoti non ha mai avuto senso dato che nella Bibbia non se ne fa menzione. E poi, fatti salvi i principi basilari, la religione deve evolversi e tenere conto della realtà.

Fulvio ci tiene a spiegare che

il celibato nel sacerdozio fu inserito solo nel concilio di Nicea, inizialmente non era previsto. Quindi è stata solo una decisione umana. Ritengo che non abbia mai avuto molto senso, ma finché c’è va rispettato. Questo sacerdote ha pienamente rispettato tutto quanto quindi va bene così.

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Salone dell’Auto a Milano? Ben venga, se Levy non vuole farlo fuori dal Parco

Matteo Renzi, puntuale come un orologio svizzero, ha criticato il probabile spostamento del Salone dell’Auto, …