Home / Altre rubriche / In Corsia / Il modello islandese può salvare i giovani da alcol e droga?

Il modello islandese può salvare i giovani da alcol e droga?

Fa sempre sorridere quando si vogliono applicare gli schemi islandesi (popolazione di un quartiere di una città medio-grande italiana) alla realtà di 67 milioni di persone, soprattutto in politica ed economia; crediamo però che qui sarebbe da tentare un esperimento estensivo nelle nostre scuole.

Il 37% dei 15-16enni italiani fumano pensando di essere fighi, supportati dai coetanei in questa credenza, senza nemmeno avere ancora il vizio.
Bisogna intervenire a gamba tesa.

Nel 1991 un dottorando americano, il dottor Milkman, fu chiamato a tenere una conferenza in Islanda per parlare dei suoi studi. Un anno dopo, i ragazzi di età compresa tra i 15 e i 16 anni di tutte le scuole della piccola repubblica furono sottoposti a un questionario.

Il test venne ripetuto nel 1995 e nel 1997. Questi alcuni quesiti: Hai mai bevuto alcolici?
Se sì, quando è stata l’ultima volta?
Ti sei mai ubriacato?
Hai mai fumato?
Se si, quante sigarette fumi in un giorno?
Quanto tempo trascorri con i tuoi genitori?
Che tipo di attività svolgi?

I risultati furono inizialmente degni della peggiore preoccupazione: il 25% dei giovani d’Islanda fumava ogni giorno (meno degli italiani oggi), mentre il 40% si era ubriacato l’ultima volta solamente un mese prima.

Lo studio aveva poi portato a galla un fenomeno importante che sarebbe stato approfondito dal governo negli anni seguenti: coloro che praticavano sport, frequentavano corsi extracurricolari ed intrattenevano buoni rapporti con i genitori e parenti erano meno propensi ad avvicinarsi ad alcol e droga.

Così in venti anni è stato investito nel programma Youth in Iceland ed oggi il paese vanta una delle minori percentuali di alcolismo del continente, nonostante il freddo polare e le temperature proibitive dell’isola dei geysers. Anche la percentuale di fumatori è stata abbattuta di oltre la metà, come dimostrano le ultime rilevazioni.

Per approfondire: (inglese) https://www.theatlantic.com/health/archive/2017/01/teens-drugs-iceland/513668/

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Guardie mediche sempre più “avamposti in territorio ostile”

LA PROPOSTA Ricordano, i gentili lettori, l’ultima aggressione sessuale subita dalla sfortunata dottoressa della Guardia …