Home / Altre rubriche / High Tech / Fenomeno ICT: ecco le tecnologie che stravolgeranno la società

Fenomeno ICT: ecco le tecnologie che stravolgeranno la società

ICT - information and communications technology concept on server room background. 

Si parla sempre di più di ICT e di IT, ma la società attuale sa davvero di cosa si tratta?

Nel mondo dell’informatica – così come con tutte le questioni riguardanti il mondo high tech – si fa spesso confusione, a causa della mancanza di nozioni minime indispensabili. Fraintendimenti, incomprensioni o approssimazione: questi sono gli errori più comuni.

La tecnologia, ha il passo veloce, velocissimo, continuando a proporre cambiamenti che riescono ad insediarsi nella società (a volte con molte critiche, a volte con stupore). Progredendo sempre più velocemente il mondo del digitale è arrivato ad una nuova frontiera, che punta a stravolgere l’informatica classica.  Si parla di ICT ed è l’acronimo che descrive le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. 

Grazie a questo nuovo tipo di tecnologie, si accede all’informazione grazie alle telecomunicazioni. 

A differenza dell’ IT (Information Technology) un sistema che punta alle infrastrutture e ai processi per creare, elaborare, archiviare, proteggere e scambiare dati elettronici in ogni formato, l’ ICT  ha un focus ben preciso, rivolto principalmente alle reti wireless, ai dispositivi mobile e ai social network. Negli ultimi anni questa nuova branca dell’informatica ha avuto un’enorme importanza, consentendo alle nuove tecnologie di diventare pervasive in tutti i settori.

Dalla vita quotidiana, all’economia, dagli studi scientifici, ai comportamenti della società. Ogni campo ormai richiede l’intervento del mondo informatico e questo ha permesso una vera e propria connessione tra le varie discipline: basta semplicemente pensare alla robotica utilizzata in campo medico. Insomma, lo sviluppo e l’incremento di questo nuovo tipo di tecnologie ha permesso l’avanzamento in ogni settore.

Niente più barriere e confini netti. Ora si parla di villaggio globale.

Secondo la definizione di McLuhan,

Quella del villaggio globale” è una metafora che indica come, con l’evoluzione dei mezzi di comunicazione, tramite l’avvento del satellite che ha permesso comunicazioni in tempo reale a grande distanza, il mondo sia diventato “piccolo” e abbia assunto di conseguenza i comportamenti tipici di un villaggio.

In questo modo possiamo capire un aspetto fondamentale, che riprende la vera essenza del mondo ICT: l’unione. A poco a poco infatti, la classica informatica fatta di codici e algoritmi verrà integrata sempre di più con le altre discipline. L’obiettivo a questo punto è uno: integrare le scienze economiche, sociali e giuridiche al mondo informatico e alle tecnologie in modo da creare un unico percorso interdisciplinare.

Un nuovo ramo, che darà anche vita a nuove professioni. Le figure professionali che verranno formate sono, in prima battuta, progettisti e gestori della comunicazione negli ambienti digitali in grado di ideare e implementare soluzioni volte a favorire l’innovazione. Inserendosi con ruoli esecutivi nei gruppi di lavoro, tali figure potranno apprendere competenze e capacità più avanzate secondo il modello del learning by doing.

Leggi anche:

Tim e Google puntano tutto su Torino, la nuova città dell’innovazione

 

Di Beatrice Saitta

Beatrice Saitta
Classe 1998. Dopo aver studiato lingue al liceo, si dedica all'informatica, studiando ICT all'Università di Torino. Grandi ambizioni e grandi sogni, ma tutto parte dalla scrittura.

Cerca ancora

Approvato il decreto legge per tutelare la cybersicurezza

Dopo un iter complesso e più lungo del previsto, la Camera ha dato il suo …