Home / Altre rubriche / High Tech / Il nuovo sistema operativo marchiato Facebook

Il nuovo sistema operativo marchiato Facebook

Condividi quest'articolo su -->

Facebook non si accontenta e decide di fare concorrenza all’OS Android di Google, lavorando per realizzare un sistema operativo da zero. Progetto molto ambizioso da parte dell’azienda di Zuckerberg che sta per trasformarsi in realtà e che potrebbe mettere fine al monopolio da parte di Google sulla moltitudine di dispositivi che supportano per standard Android.

Era già chiaro che l’azienda di Zuckerberg non volesse limitarsi ad essere un semplice Social Network, vediamo soltanto ora che Instagram e Whatsapp sono di proprietà dell’azienda. Facebook ha proposto poco tempo fa a Mark Lucovsky, co-autore di Windows NT per Microsoft, un posto di lavoro a cui è stato dato l’incarico per la creazione di questo nuovo sistema operativo.

Ma a cosa potrebbe servire non affidarsi più al software di Google e crearne uno proprio?

Zuckerberg è stufo di dover dipendere dai sistemi operativi dei concorrenti. Un proprio OS Facebook avrà molta più libertà sulla creazione di contenuti e inserimento di interazioni sociali, oltre ad un rispetto della privacy più sicuro (dopo lo scandalo riguardante il furto dei dati). 

Il futuro sistema operativo potrebbe chiamarsi “Facebook OS”

 

Il secondo motivo è uno sguardo verso il futuro. Il vice presidente della realtà aumentata e virtuale di Facebook, Andrew Bosworth vuole assicurarsi che la prossima generazione si ricordi di loro:

Non pensiamo di poterci fidare del mercato o dei concorrenti per assicurarci che sia così. E quindi lo faremo da soli.

sostiene Bosworth.

Difatti se l’azienda monopolista dei social network riuscirà a sbarazzarsi di Android i dispositivi di realtà aumentata e virtuale, come per esempio l’Oculus, non saranno solo proprietà di Google ma avranno altri concorrenti e Facebook non dovrà più dipendere dai termini di Google per lo sviluppo dei suoi gadget.

Oltre ad un sistema operativo tutto loro, Zuckerberg sta pensando di sviluppare un assistente vocale come Alexa e Siri. Per questo la società ha contattato Microsoft per il raccoglimento di dati dal motore di ricerca Bing per raggruppare le informazioni per il futuro assistente vocale. Questa attività si svolgerà in Burlingame, in California, dove Facebook sta lavorando su vari prodotti, tra questi anche degli occhiali AR.

Il tempo ci farà scoprire se il progetto di Facebook andrà a buon fine e se riuscirà effettivamente a concorrere con Google oppure se si rivelerà un fallimento come qualche anno fa con la creazione del launcher Facebook Home su smartphone HTC.

Leggi anche:

Zuckerberg e il furto dei dati: l’ennesimo scandalo legato a Facebook

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Innovazione sociale in Italia, questa sconosciuta

È iniziata una corsa contro il tempo a chi costruisce le piste ciclabili più ingombranti, …